Candeago sfida il suo passato: «Sono carico, serve una gara sopra le righe»

Candeago sfida il suo passato: «Sono carico, serve una gara sopra le righe»

No, non può essere una partita come tante. Non per chi, a Trebaseleghe, ha vissuto tre stagioni ad alto livello, in serie B. Giovanni Candeago è pronto ad affrontare il suo passato: sabato, infatti, la Da Rold Logistics Belluno sfiderà proprio il Silvolley, nel primo match del 2020 al De Mas (inizio alle ore 18). I padovani sono avanti di tre punti rispetto al team dolomitico. Ma Candy e compagni sognano l’aggancio al quarto posto.

Giovanni, è una gara speciale? 
«Sì, anche se non ci sto pensando particolarmente. A livello emotivo la sentirò soprattutto sabato. Ma sono già molto carico». 

Il momento più alto dell’avventura col Silvolley? 
«Ricordo le prime presenze in B, quando avevo 19 anni e la società mi ha dato una splendida opportunità di crescere come atleta. Giocavamo in un palazzetto davvero caloroso: ogni sfida casalinga richiama 5, 600 tifosi. In sostanza, l’intero paese vive l’evento sotto rete in maniera importante. E dimostra grande affetto alla squadra». 

Il compagno più forte con cui hai giocato? 
«Enrico Monetti: sarà un piacere ritrovarlo. Con lui ho trascorso tre anni splendidi. Oltre a essere forte dal punto di vista fisico e tecnico, è una persona equilibratissima». 

Com’era la quotidianità a Trebaseleghe? 
«In realtà simile a quella di adesso, forse più frenetica. Lavoravo otto ore al giorno, a Padova, poi andavo in palestra ad allenarmi. Ero spesso in macchina». 

E fra due giorni che tipo di incontro è lecito attendersi? 
«Loro sono un sestetto molto strutturato. Dovremo fare una partita sopra le righe, ma avremo un valore aggiunto: il nostro pubblico. In più, intendiamo riscattare le ultime due sconfitte e riportare il successo al De Mas. Per riuscirci, però, è necessaria una prova senza sbavature». 

Anche coach Diego Poletto è un ex. 
«Infatti viviamo entrambi la stessa situazione. Ed entrambi vogliamo conquistare un risultato positivo. Solo che il coach è meno emotivo di me».  

In definitiva, questa Da Rold Logistics è più una compagine da salvezza (tranquilla) o da playoff? 
«Scopriremo solo fra qualche turno il nostro reale valore. Di sicuro siamo un gruppo che non molla mai: nemmeno contro la prima in classifica». 

Pronostico?
«Dico solo che sarà un confronto aperto ed equilibrato. Speriamo di vincere: per me stesso, essendo un ex. E per i tifosi: far conoscere il più possibile la Pallavolo Belluno è il nostro principale obiettivo in questa stagione». 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su