Nel nome e nel ricordo di Kobe Bryant: la Drl la spunta al tie-break

Nel nome e nel ricordo di Kobe Bryant: la Drl la spunta al tie-break

 

BELLUNO-ADUNA 3-2
PARZIALI: 22-25, 25-22, 25-18, 23-25, 15-6.
DA ROLD LOGISTICS BELLUNO: Colussi 3, Boz 14, Candeago 17, Foroni 5, Burigo 2, Paganin 14; Martinez (L), Zanolli 4, Della Vecchia, Gallina 5, Piazzetta 9, Collalto 1. N.e. Schiano (L), Gasperin. Allenatore: D. Poletto.
ADUNA PADOVA: Longo 10, Melilli 7, Pravato 7, Trovò 14, Sartorato 8, Pedron 2; De Paoli (L), Maniero 6, Salvò, Fusaro. N.e. Cinque, Favero. Allenatore: Da Pozzo.
ARBITRI: Claudia Muzzin di Pordenone e Francesca Ellero di Udine.
NOTE. Belluno: battute sbagliate 19, vincenti 8, muri 10. Aduna: b.s. 16, v. 5, m. 10. 

C’era solo un modo per onorare la memoria di Kobe Bryant: vincere. Ed è ciò che ha fatto la Da Rold Logistics Belluno. Anche se, per spegnere il fanalino di coda, sono stati necessari cinque set. E il sestetto dolomitico ha faticato a lungo. Ma in fondo contava muovere la classifica e compiere un ulteriore passo verso l’obiettivo salvezza. Ormai sempre più vicino.

I bellunesi, inoltre, avevano esultato soltanto una volta nei cinque precedenti confronti. Insomma, il successo serviva come l’aria: per la graduatoria, per l’autostima. E perché di fronte a quello striscione non si poteva proprio abbassare la testa: al De Mas, infatti, è spuntato un lenzuolo con i numeri 8 e 24. E i nomi Kobe e Gianna, in ricordo del campionissimo dei Los Angeles Lakers e di sua figlia, scomparsi tragicamente in un incidente in elicottero.

Ma, come anticipato, non è stato facile risolvere il rebus Aduna: anche perché la Drl ha balbettato in ricezione e in attacco, mentre al servizio sono fioccati gli errori. Il conteggio finale parla di 19 battute gettate alle ortiche: un’enormità. E allora, a togliere le castagne dal fuoco, hanno pensato soprattutto i due centrali. In particolare Alex Paganin, grande protagonista di serata con 14 punti, frutto di 10 palloni spediti a terra su 13 attacchi e 4 muri. Notevole pure l’impatto di Piazzetta, partito in sestetto solo negli ultimi tre parziali: per l’ex Dolomia, 9 punti e un fantastico 80 per cento in attacco. La strada per la permanenza in B è ormai tracciata. 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su