Tavolo di coordinamento per gli eventi sportivi: basta sovrapposizioni

Tavolo di coordinamento per gli eventi sportivi: basta sovrapposizioni

Basta sovrapposizioni: eventi e manifestazioni sportive non si pesteranno più i piedi. Da oggi (giovedì 16 gennaio) c’è il tavolo di coordinamento intercomunale; e si occuperà proprio di stilare calendari senza concomitanze.

Su invito dell’assessore allo sport del Comune di Belluno, Marco Bogo, si sono riuniti a Palazzo Rosso i rappresentanti dei Comuni di Feltre, Borgo Valbelluna, Limana e Sedico,proprio per confrontarsi sul calendario degli eventi della vallata.

«È stato un incontro molto positivo, che ha raccolto l’adesione e l’interesse degli altri Comuni –il commento diBogo, che ha coordinato l’incontro con Yuki D’Emilia, assessore alle manifestazioni–.Con questo confronto, vogliamo cercare di evitare sovrapposizioni di eventi sportivi e culturali di richiamo tra le varie realtà. Chiaramente, ogni Comune avrà l’autonomia di organizzare il proprio programma di manifestazioni, ma confrontandoci prima potremo evitare incomprensioni e situazioni logistiche complesse».

La proposta quindi ricalca su scala più ampia quanto messo in atto da alcuni anni nel capoluogo, ossia il calendario condiviso degli eventi, che consente a tutti gli enti, associazioni e realtà impegnate nell’organizzazione di eventi di conoscere l’offerta sul territorio comunale e di poter così realizzare la propria manifestazione senza rischi di sovrapposizioni.

Il tavolo permetterà anche di lavorare sulla promozione.«Conoscendo per tempo il programma delle manifestazioni che animeranno nel corso dell’anno l’intera vallata bellunese – sottolinea Bogo -potremo far partire nuove collaborazioni in materia di promozione e pubblicizzazione degli eventi tra i vari Comuni, così da far conoscere a tutti i visitatori l’offerta di attività in tutto il nostro territorio».

E sulle sovrapposizioni già in calendario nel 2020? «Ci ritroveremopresto per cercare di risolverleo quantomeno – conclude l’assessore -. E per iniziare a stendere alcune linee comuni di collaborazione, magari estendendo il confronto anche ad altri Comuni limitrofi».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su