Terza sconfitta in sequenza: il San Giorgio Sedico saluta la vetta

Terza sconfitta in sequenza: il San Giorgio Sedico saluta la vetta

PORTOGRUARO-SAN GIORGIO SEDICO 2-0 
GOL: st 3’ D’Odorico, 15’ De Anna.
PORTOGRUARO: Mason, Costa (Cammozzo), D’Odorico, Bertoia, Zamuner, Battiston, Bedin (Venaruzzo), Favret, Pedrozo, Giglio, De Anna (Scroccaro). Allenatore: Giovanni Soncin. 
SAN GIORGIO SEDICO: Miranda, Paludetto (Naccari), Malacarne, Boron, Loat, Tibolla, De Carlo (De Poloni), Coin, Sakajeva, Pilotti (Bidogia), Bounafaa. Allenatore: Alessandro Pontarollo. 
ARBITRO: Roberto Carrisi di Padova. 
NOTE. Ammoniti: Zamuner, Pedrozo, Bertoia, Tibolla e Bounafaa. 

Il Portogruaro strappa la “maglia rosa” del campionato d’Eccellenza al San Giorgio Sedico. Due graffi, assestati a inizio ripresa, mandano al tappeto per la terza gara di fila i biancorossocelesti. Dopo Sandonà e Spinea, l’undici di mister Pontarollo non riesce a muovere la classifica nemmeno contro una delle formazioni più accreditate per il salto di categoria. 
Gara fisica, per lunghi tratti equilibrata, in cui i padroni di casa hanno messo in mostra qualcosina in più sotto il profilo del gioco, ma i sedicensi hanno saputo ribattere colpo su colpo. Salvo poi capitolare al rientro dall’intervallo, sotto i colpi di D’Odorico e De Anna. 
E ora? Finalmente si torna tra le mura amiche. A distanza di un circa un mese dall’affermazione interna sulla Calvi Noale (3-1: era l’8 dicembre), domenica prossima Pilotti e compagni riceveranno il Careni Pievigina, con l’obiettivo di far valere il fattore campo per la sesta volta consecutiva. Sì, perché gli ultimi rovesci sono maturati tutti in trasferta. 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su