Secondo stop di fila, ma il San Giorgio Sedico è sempre in vetta

Secondo stop di fila, ma il San Giorgio Sedico è sempre in vetta

SPINEA-SAN GIORGIO SEDICO 2-1 
GOL: pt 30’ Cendron, 44’ Sakajeva su rigore; st 20’ Bonaldi.
SPINEA: Urban, Ugo, Padovan, Dei Poli, Zanon, Caramel, Brugnolo, Chinellato, Cendron, Beniamin, Bezze (Bonaldi). Allenatore: Pier Paolo D’Este. 
SAN GIORGIO SEDICO: Miranda, Paludetto, Malacarne, Vigo, Loat (Baldini), Tibolla, Mihali (De Carlo), Boron, Sakajeva (Bidogia), Bounafaa, Pilotti (Coin). Allenatore: Alessadro Pontarollo. 
ARBITRO: Vittorio Umberto Branzoni di Mestre.
NOTE. Espulsi: Vigo per somma di ammonizioni e Zanon per fallo di reazione.

La pausa natalizia arriva forse al momento opportuno. Perché dopo il passivo di misura, rimediato col Sandonà, il San Giorgio Sedico scivola anche a Spinea. Ma può ugualmente sorridere, visto che trascorrerà le festività natalizie guardando tutti dall’alto. 

SCACCHI
Più che a calcio, inizialmente si gioca a scacchi. E l’equilibrio regge fino alla mezz’ora, senza particolari occasioni da rete. Al primo affondo, però, lo Spinea passa: lancio calibrato di Chinellato per Cendron, che è abile sia nel controllo aereo, sia nel tiro a incrociare, sul quale Miranda non può arrivare. 

PARI DI RIGORE
La reazione degli ospiti, comunque, non si fa attendere. E a suonare la carica è soprattutto capitan Pilotti, anche se la sua rovesciata è controllata dall’attento Urban. Ma il gol del pareggio è nell’aria. E si concretizza a 1’ dall’intervallo, quando Sakajeva trasforma con freddezza un penalty, assegnato in seguito a un fallo di mano di Beniamin. 

SEMAFORO ROSSO
Nella ripresa, parte meglio l’undici di mister Pontarollo che in almeno tre circostanze, e sempre con Sakajeva, sfiora la rete del vantaggio. Ma, al 20’, prende forma l’episodio che cambia irrimediabilmente il corso degli eventi. Perché Vigo rimedia il secondo cartellino e, sulla successiva punizione, lo Spinea trova il 2-1, grazie al neo entrato Bonaldi. Sotto di un gol e di un uomo, il San Giorgio si riversa in avanti con generosità. In realtà, anche i padroni di casa rimangono in dieci per il rosso diretto a Zanon (reazione su Bounafaa). Il risultato, però, non cambierà più.

Gli episodi condannano la compagine sedicense. Eppure, in vetta alla classifica, sventola sempre la bandiera biancorossoceleste. 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su