Pericolo valanghe moderato fino a lunedì

Pericolo valanghe moderato fino a lunedì

Panorami da cartolina. Ma occhio alle valanghe. L’arrivo delle neve ha regalato scorci da favola, anche in Valbelluna e nei fondovalle. In quota però, è meglio stare particolarmente attenti, prima di imbarcarsi in escursioni o fuoripista. Perché lo strato bianco non è del tutto solido. Lo dice il Centro Valanghe di Arabba, che invita alla prudenza massima. Anche se il pericolo di valanghe non è ancora da bollino nero.

«Attualmente in montagna ci sono 5/15 centimetri di neve fresca molto soffice (vale a dire 40 chili per metro cubo, ndr), che poggia su strati a debole coesione – fanno sapere gli esperti dell’Arpav -. Con questa situazione, sui pendii ripidi in prossimità delle creste, negli impluvi, nelle conche e sui pendii aperti, la presenza di depositi di neve ventata va valutata con attenzione, in quanto i distacchi possono avvenire anche con debole sovraccarico». 

È soprattutto quella che i meteorologi chiamano neve ventata (la neve accumulata grazie all’azione del vento) a nascondere le insidie maggiori.

Per i prossimi giorni, almeno fino a lunedì, il pericolo di valanghe è in generale moderato (grado 2) sia sulle Dolomiti che sulle Prealpi. «Non vanno sottovalutate locali zone di pericolo specie nei canali estremamente ripidi e stretti» raccomandano dal Centro Valanghe. 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su