La Regina Margherita e il parto per strada: una storia fiabesca in Cadore

La Regina Margherita e il parto per strada: una storia fiabesca in Cadore

Si potrebbe cominciare con “c’era una volta una regina che passava per le valli cadorine…”.

Ma questa non è una fiaba: è storia vera.

La storia di due coniugi partiti da Casso per recarsi verso il Cadore, a piedi e con un carro tirato a mano. Obiettivo?

Lui doveva vendere tabacco e lei corniole: Pietro Barzan e la moglie Giacoma. Si racconta che fosse il 31 agosto 1881, un giorno tiepido di fine estate.

I due coniugi ne avevano percorsa di strada a piedi e Giacoma, in dolce attesa, dovette fermarsi lungo la strada che porta a Valle di Cadore.

Arrivarono le doglie inaspettate e il caso volle che passasse proprio di là, in quel preciso momento, la Regina Margherita di Savoia con una piccola scorta di servitù.

Naturalmente i coniugi all’inizio furono increduli. Anche perché la Regina Margherita non esitò a scendere dalla sua carrozza e prestare le prime cure alla puerpera.

Di fatto fece da ostetrica aiutando Giacoma, sotto gli occhi stupefatti di tutti.

Margherita, fu chiamata la bellissima bimba: proprio in suo onore. Margherita Barzan.

Pietro, grato e quasi in soggezione, si chinò davanti a sua maestà e voleva pagare in qualche modo quel servizio, ma la Regina con un gesto fece capire a Pietro che era stato un piacere: risalì in carrozza e se ne andò.

La coppia non incontrò più la Regina, anche se era innamorata delle nostre Dolomiti e soprattutto era spesso ospite in Cadore. Pietro e Giacoma, fino alla fine dei loro giorni, raccontarono questa storia che aveva un’aurea di magia e favola.

Una favola vera

Alla prossima!

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su