Il virus non molla. Aumentano contagi e ricoveri

Il virus non molla. Aumentano contagi e ricoveri

Aumentano i casi e anche la pressione sugli ospedali. Non è stata una bella giornata, ieri, sul fronte del contagio di covid – 19. Dopo la decisa flessione registrata nei giorni scorsi, ieri i nuovi casi segnalati nel bollettino di Azienda Zero sono tornati vicini a quota 100, quella da sempre indicata dal Dipartimento di Prevenzione come lo spartiacque tra un buon tracciamento dei contatti e una situazione che potrebbe scappare di mano. Sono 79 i nuovi casi registrati ieri. Ma attenzione, il dato va letto anche alla luce del più alto numero di tamponi processati, dopo il weekend pasquale. Calano però nettamente i bellunesi attualmente positivi, che sono 1.053.

L’altra buona notizia è il fatto che ieri non si sono registrati nuovi decessi, ma a fare da contraltare c’è l’aumento dei ricoveri. Un deciso balzo all’insù, soprattutto per quanto riguarda le persone ricoverate in terapia intensiva. Sono al momento 14, 3 in più di martedì, e il dato fa scattare per il territorio dell’Usl 1 l’allerta arancione: siamo un po’ più vicini alla saturazione dei posti disponibili.

Insomma, non si è ancora fuori dal tunnel. Anche perché la campagna vaccinale segna il passo. In questi giorni, a causa della mancata consegna di vaccino firmato AstraZeneca, l’Usl 1 ha potuto solamente proseguire con le seconde dosi programmate, fermando la campagna vaccinale per gli over 70. I dati di martedì scorso indicano 878 dosi di vaccino somministrate in 24 ore, 55.329 quelle totali.

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su