Trasferte amare nel Veneziano: Feltre cade col Fusion, ko pure Trichiana

Trasferte amare nel Veneziano: Feltre cade col Fusion, ko pure Trichiana

 

FUSION-FELTRE 3-0
PARZIALI: 25-21, 25-17, 27-25. 
FUSION VOLLEY: G. Riccato 9, Pinarello, De Mango 10, Bies 7, Otta 6, Favaro 15, D’Urso (L), Massaro 4, Bertolini (L), M’Poko. Non entrate: Pulliero, Cecconello, A. Riccato. Allenatore: C. Chieco. 
CASSA RURALE DOLOMITI FELTRE: Faoro 2, Zannin 10, Schiavo 11, Schenal 7, Marcon 5, Orsingher 3; Natalone (L), Casanova (L), Decet 2, Dal Farra 2, Turrin 1. Non entrate: Bugana, Merz. Allenatore: G. Carpene. 
NOTE. Fusion: battute sbagliate 12, errori 8. Feltre: battute sbagliate 6, errori 19.

Sfida impari. E la Cassa Rurale Dolomiti Feltre va al tappeto. Ma come? Le ragazze di coach Carpene non guidano forse la classifica, con 8 punti di vantaggio (diventati 5) sul Fusion? Sì, peccato che la formazione veneziana, rispetto alla gara precedente, abbia cambiato otto atlete. E messo in campo buona parte del gruppo che, solitamente, si batte sui palcoscenici di B2. Già, perché proprio in B2 il Fusion osservava un sabato di riposo. E così i migliori elementi sono andati a rafforzare la compagine di serie D. «Dispiace – sospira il presidente feltrino, Cristiano Strazzabosco – il regolamento lo consente e, di conseguenza, non ci possiamo fare nulla. Peccato solo che una simile coincidenza sia capitata proprio contro di noi». 
Nel primo set, Zannin e compagne conducono fino al 21-20, ma subiscono tre ace (dopo che il pallone ha toccato il nastro) e cedono sul più bello. Archiviato un secondo round da dimenticare, la squadra di Carpene riemerge poi nel terzo parziale, recuperando dal 23-20 e impattando a quota 24. Ma ai vantaggi la spunta il Fusion. Anche se la vetta è sempre feltrina. 

 

MIRANO-TRICHIANA 3-1
PARZIALI: 25-22, 26-24, 23-25, 25-21.
CI.A.GI COMPRESSORI TRICHIANA: Canova 15, Sponga 7, Biz 12, Dall’Asen, Tamburlin, De Paoli 7, Cavallet, Sacchet 12, Gelso 4, Costa 4, Bianchet (L), Scarton (L). Allenatore: A. Bassanello.
NOTE. Trichiana: battute sbagliate 8, vincenti 13, muri 13.

Terza sconfitta consecutiva per il Ci.A.Gi Compressori Trichiana: a Mirano, in uno scontro diretto per la salvezza, la squadra di casa la spunta in quattro set. Nonostante una prova tutt’altro che disprezzabile delle biancoblù, spinte da un’ottima Carlotta Sacchet. Per lei, 12 punti, nobilitati da ben 6 muri e 2 servizi vincenti: «Se qualcuno aveva ancora dei dubbi sul fatto che questo fosse un campionato difficile – commentano dalla società – allora la partita di stasera ce li toglie. È stata una gara a corrente alternata, basti pensare che, nel quarto set, eravamo avanti 18-11. Ora bisogna compattarci e lavorare ancora di più. Ripartiamo da zero: ci sono ancora molte sfide. E molte possibilità. Ma ci vuole una maggior determinazione: non dobbiamo mollare più nulla».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su