I giorni “della merla” si smentiscono: niente grande gelo quest’anno

I giorni “della merla” si smentiscono: niente grande gelo quest’anno

L’inverno fa il timido. Neve solo in quota, pioviggine in Valbelluna e temperature massime quasi marzoline. Così anche i famigerati “giorni della merla” andranno in archivio senza i rigori che li annoverano nel trittico gelato del calendario. 

Il 29-30-31 di gennaio non saranno giornate da battere i denti. Non più del solito, perlomeno. Perché continuerà quella condizione di inverno mite che il Bellunese sta vivendo da qualche giorno. Temperature sotto lo zero di notte e al primo mattino (e ci mancherebbe, siamo pur sempre in gennaio); massime abbondantemente sopra.

A Belluno, ad esempio, da inizio anno la minima più bassa ha toccato i -7°C; ma solo una volta, mentre i dati Arpav segnalano diverse giornate con massime di 10, 12 e addirittura 14°C. Nei lunghi giorni di inversione termica è successo che le stazioni in quota registrassero minime a dir poco “tiepide”. In Nevegal, ad esempio, dal 1° gennaio si sono rilevate una decina di notti con minime sempre sopra lo zero. E massime anche vicine ai 10°C.

Le previsioni dei prossimi giorni parlano di un abbassamento delle temperature. Ma senza grandi stravolgimenti. La merla, probabilmente, aspetterà febbraio.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su