Arsenale bellico senza permesso: sequestrate armi a padre e figlio bellunesi

Arsenale bellico senza permesso: sequestrate armi a padre e figlio bellunesi

 

Appassionati di armi da guerra. A tal punto da tenere in casa un vero e proprio arsenale “archeologico”: fucili e pistole della prima e della seconda guerra mondiale, baionette e cartucce. Peccato che non avessero il permesso per tutta quella santabarbara. E così due uomini della Valbelluna, padre e figlio, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Feltre. Gli uomini dell’arma sono intervenuti nel tardo pomeriggio di mercoledì 29 gennaio, a seguito di informazioni raccolte sul territorio. È bastato un normale controllo nell’abitazione dei due per capire che le segnalazioni erano corrette.

Padre e figlio detenevano con regolare permesso armi per la caccia. Ma non erano autorizzati a tenere in casa tutto il resto. I carabinieri, infatti, hanno rinvenuto una carabina mauser g33/40, altre cinque carabine steyer m95 e una carabina priva di matricola e marca, più un’altra carabina mannlincher modello.1186/1888. Inoltre, un revolver privo di marca e matricola, due fucili ad avancarica privi di marca e matricola, una doppietta combinata a cani esterni, cinque  baionette e alcuni foderi e 500 cartucce di varie tipologie e calibro. Le armi presumibilmente risalgono alla prima e seconda guerra mondiale, e a quanto pare non venivano utilizzate dai due, che si limitavano a collezionarle. Ovviamente, il materiale bellico è stato sequestrato. Al termine di tutta l’attività, il pubblico ministero ha disposto di rimettere in libertà i due uomini.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su