Alpe conferma: la stagione invernale partirà a breve

Alpe conferma: la stagione invernale partirà a breve

Non c’è ancora la neve, ma qualcosa si muove in Nevegal. Come si muovono le domande degli sciatori e degli aficionados del Colle. Il quesito più ricorrente, in questo inverno che sarà necessariamente di transizione, è: quando apriranno gli impianti? Il punto interrogativo è d’obbligo. La risposta, al momento, non può essere precisa: deve limitarsi a un “appena possibile”.

Lo dice l’Alpe. La società che gestisce la ski area, infatti, ha messo le mani avanti. E di fronte alle domande degli sciatori ha risposto in maniera ufficiale. Nero su bianco. Per confermare intanto che la stagione invernale ci sarà. Intanto, da questa mattina è in azione l’impianto di innevamento artificiale. La “santabarbara” è stata posizionata e ha già cominciato a sparare, grazie anche al freddo. Se non ci saranno ulteriori episodi di inversione termica, le piste impiegheranno qualche giorno (e qualche notte) a essere imbiancate.

«È confermata l’apertura delle piste Coca Bassa, Coca Alta, Campo Scuola e Raccordo Col dei Pez – fa sapere l’Alpe attraverso i suoi canali di comunicazione -. Nel caso in cui le precipitazioni nevose ne consentiranno la preparazione, si potrà sciare anche sulle piste Erte Alte e Erte Basse» fa sapere l’Alpe. «Saranno in funzione la seggiovia Nevegal – Col dei Pez, la seggiovia Col dei Pez – Faverghera, e lo ski-lift Campo Scuola. La data di apertura degli impianti sarà comunicata a breve».

Intanto la prevendita degli skipass è già iniziata e andrà avanti fino al 22 dicembre, online oppure al mercatino di Natale, nella casetta dell’Alpe.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su