Telecamere sugli autobus: parte la videosorveglianza “mobile”

Telecamere sugli autobus: parte la videosorveglianza “mobile”

Telecamere sugli autobus. A Belluno parte il primo progetto in Italia di videosorveglianza mobile. Il protocollo d’intesa tra Prefettura, Comune capoluogo e Dolomitibus è stato siglato ufficialmente.

COS’È Su tutti gli autobus della linea urbana di Belluno verranno installate due telecamere che riprenderanno l’interno del veicolo e quanto invece accade in strada; come per la tradizionale videosorveglianza “fissa”, in caso di segnalazioni o denunce le centrali delle forze dell’ordine (polizia, carabinieri, vigili urbani) potranno accedere alle telecamere dei singoli mezzi per la visione in diretta, per scansionare il materiale registrato e anche per “riavvolgere il nastro”, così da rivedere in tempi brevi e immediati le immagini girate dai bus lungo il loro tragitto.

IL COMMENTO «Si tratta della prima iniziativa del genere in Italia – commenta il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro –. Nonostante le classifiche nazionali ci pongano sempre ai vertici delle classifiche per la sicurezza, continuiamo a investire per mantenere alta la qualità della vita dei nostri cittadini e dei visitatori. È un ragionamento che non vede coinvolto il Comune di Belluno in solitaria, ma che in questo caso vede la collaborazione di Prefettura, forze dell’ordine e Dolomitibus; anche gli altri Comuni della provincia, grazie al Consorzio Bim Piave, potenzieranno i loro strumenti di sicurezza, ad esempio installando telecamere leggi-targa su tutte le strade di accesso al Bellunese, che permetteranno di individuare automaticamente le auto rubate o quelle segnalate, allertando in tempo reale le forze di polizia. Con questi strumenti, l’intero territorio provinciale diventa ancora più a prova di malvivente».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su