Pari beffa sulla sirena: la Canottieri si fa riprendere nel finale

Pari beffa sulla sirena: la Canottieri si fa riprendere nel finale

CANOTTIERI BELLUNO-ARZIGNANO TEAM 3-3

GOL: pt 16’54” Dal Farra; st 1’53” Tres, 16’17” Rotta, 18’24” Del Prete, 18’58” e 19’58” Igor.

CANOTTIERI BELLUNO: Dalla Libera, Brancher, Rui Costella, Laforgia, Savi, Reolon, Dall’O, Dal Farra, De Battista, Juan Moreno, Rotta, Del Prete. Allenatore: Bortolini.

ARZIGNANO TEAM: Zambello, Sbicego, Tres, Pablo Ranieri, Mateusm, Dal Maso, Alberto Tumiatti, Igor, Gabriele Tumiatti, Knezevic, Zarantonello, De Gori. Allenatore: Pablo Ranieri.

ARBITRI: Chirvasuta di Monza e Faiella di Castellamare di Stabia.

NOTE. Espulso al st 16’08” Alberto Tumiatti per fallo da tergo. Ammoniti: Sbicego, Dal Farra.

Il tempo: facile da misurare, difficilissimo da spiegare. La Canottieri non riesce a spiegarsi il gol subito a due secondi esatti dalla sirena. Due secondi che costano il successo ai Bortolini boys e trasformano una grande vittoria in un anonimo pareggio. Per di più dal sapore di beffa. Scene già viste, che fanno male alla squadra bellunese. E tra una settimana c’è il derby contro il lanciassimo Sedico…

LA CRONACA

Partenza con il freno a mano tirato per le due formazioni. Poche emozioni nel primo tempo. Anzi, una sola: il gol di Dal Farra, quasi casuale, che regala il vantaggio ai padroni di casa.

La ripresa si apre con il pari quasi immediato dell’Arzignano. Poi le occasioni fioccano da una parte e dall’altra, e i portieri si superano per blindare le gabbie. A 4’ dal termine, però, arriva la svolta. Alberto Tumiatti sfodera un allaccio che si merita il rosso diretto. E con la superiorità numerica la Canottieri sigla il sorpasso. Rete di Rotta, che oltre all’assonanza illumina il campo con gran belle giocate. 

L’Arzignano tenta il tutto per tutto e butta dentro il quinto uomo di movimento. A porta vuota la Cano fissa il 3-1, direttamente con il rilancio di Del Prete. E qui viene il bello (per lo spettacolo; il brutto per i sentimenti dei bellunesi). Igor riduce il gap. Nell’ultimo giro di lancette succede di tutto: a 28 secondi dalla fine Juan Moreno va sul dischetto per la rete della vittoria e si fa ipnotizzare da De Gori. E a due secondi dalla sirena ecco il 3-3 servito con contorno di beffa.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su