Lutto tra gli industriali, è morto Diego Triches

Lutto tra gli industriali, è morto Diego Triches

Aveva fondato a fine anni Sessanta un’impresa che ancora oggi veleggia sul mercato, nel settore dell’edilizia e della bonifica dell’amianto. Imprenditore di successo, nei vertici della Confindustria bellunese e presidente della Piccola Proprietà Edile. Sono in tanti a ricordare Diego Triches, scomparso ieri (21 novembre) a 87 anni.

«Con lui se ne va un altro grande imprenditore bellunese, impegnato e sempre presente. Credeva nel valore dell’impresa e del territorio. Ci stringiamo ai suoi familiari e collaboratori» ha scritto Lorraine Berton, presidente di Confindustria Belluno Dolomiti. «Non si è mai risparmiato fino all’ultimo, facendo sentire la sua presenza – professionale e umana – a dipendenti e collaboratori. Un uomo d’altri tempi che si è sempre speso per la propria comunità, spesso in silenzio. Sono certa che il figlio Enrico (presidente della sezione industri metalmeccaniche di Confindustria Belluno, ndr) saprà portare avanti il suo esempio e i suoi valori, che fanno parte di quel patrimonio imprenditoriale che ha fatto grande la manifattura del nostro territorio».

Diego Triches era anche componente del Rotary di Belluno. E il club lo ricorda con una nota di cordoglio: «È stato un imprenditore capace ed estroverso – le parole del presidente Gianmarco Zanchetta – nel settore dell’edilizia, del commercio e della metalmeccanica. Ha occupato posizioni di rappresentanza in Confindustria, nell’Ulss e nella Piccola Proprietà, dove, da anni copriva la carica di presidente. Dotato di grandi capacità comunicative, aveva fatto crescere la sua azienda in modo esponenziale e di certo le sue doti umane venivano trasmesse a tutti i suoi dipendenti e collaboratori. La sua azienda era una vera famiglia e fino a poco tempo fa, ogni giorno, si sentiva con la segretaria per chiedere aggiornamenti in merito alle attività e al bilancio. Grande benefattore, bastava chiedere e lui rispondeva sempre “Ci sono!”. Perdiamo come Rotary un socio stimato e personalmente perdo un caro amico, con cui ho condiviso una vita di progetti positivi. Diego mancherà a tutti noi rotariani».

Commosso e affettuoso il ricordo di Michele Vigne, di Confedilizia Veneto: «Non pensavo mai di trovarmi in questo momento a dover scrivere questo pensiero di ricordo di Diego Triches, un caro amico con il quale abbiamo trascorso molti anni di attività associativa e di lavoro insieme. Ricordo i primi incontri nella sua officina a Castion quando produceva la carpenteria per la Comedil e per Corona che all’epoca seguivo. Poi l’inizio dell’avventura associativa nel 1977 in Associazione Industriali quando con 19 soci fondatori si diede avvio alla ricostituzione dell’Associazione della Proprietà Edilizia nominando lui presidente e io segretario. Sono stati anni di continua collaborazione e sincera amicizia che ci hanno fatto costruire insieme un’associazione dedicata al servizio e difesa dei proprietari di casa bellunesi. Ricordo i primi sforzi per far crescere la compagine associativa con pazienza e costanza e nel per dare visibilità all’Associazione anche a livello regionale e nazionale e farla diventare un punto di riferimento serio e competente per i proprietari di casa. La carica umana di Diego faceva aprire le porte e faceva sorridere anche gli imbronciati, in particolare nelle riunioni a carattere nazionale e internazionale, alle quali partecipavamo assieme. Ci mancherà certamente il suo sorriso e la sua voglia di fare che lo contraddistingueva in ogni occasione».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su