«La Sla è un mostro terribile. E noi lo combattiamo (anche) con la musica»

«La Sla è un mostro terribile. E noi lo combattiamo (anche) con la musica»

 

Bastano tre lettere per annientare una vita. O meglio, più d’una: quella del malato e dei suoi familiari. La prima lettera è “S”, seguita da “L” e “A”: Sla, Sclerosi laterale amiotrofica. Una malattia neurodegenerativa progressiva, che colpisce i motoneuroni: ovvero, quelle cellule nervose cerebrali, e del midollo spinale determinanti, per mettere in moto la muscolatura volontaria. 

E per fronteggiare questa terribile malattia, nel 2012, è nata la sezione bellunese dell’Aisla: «La Sla è un mostro terribile, davanti al quale si sa già in partenza che la battaglia è persa – afferma il presidente Luciano Tulimiero -. Quella stessa battaglia però va combattuta, cercando di trarre tutti gli aspetti positivi da un percorso difficile, a tratti devastante. Anche dal punto di vista psicologico, perché il malato tende a chiudersi in casa. Come se avere la Sla fosse una vergogna». 

Ed è qui che interviene l’associazione: «Siamo una quarantina di soci e il nostro compito è quello di fornire un aiuto concreto al malato e alla sua famiglia: dalla semplice presenza alla fisioterapia a domicilio, passando per diversi altri aspetti». Delle spese si occupa Aisla. Ma è evidente che la sezione bellunese, presieduta da Tulimiero, non possa rimanere attiva per grazia ricevuta. Servono risorse: «Ecco perché proponiamo una serie di eventi, utili a raccogliere fondi. Come la serata-concerto dal titolo “Prendi al volo la vita con Luana”. È la quinta edizione e sarà arricchita dalla presenza di un cantautore di fama nazionale, come Gino Paoli, e dal musicista Danilo Rea».

L’appuntamento è per mercoledì 29 gennaio (ore 20.45), al Teatro Comunale di Belluno. Ci sono ancora biglietti disponibili: è sufficiente contattare lo 0437-956305 o connettersi al sito www.fondazioneteatridolomiti.it. Ricordare Luana Gorza, alimentare l’attività dell’Aisla, ascoltare della musica sublime: ci sono almeno tre buoni motivi per non perdersi l’appuntamento della prossima settimana. Perché parafrasando lo stesso Paoli, e con buona pace del “mostro a tre lettere”, mercoledì al Comunale ci sarà davvero il cielo in una stanza. 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su