Il ricordo delle foibe divide Palazzo Rosso: convocati i capigruppo per decidere il minuto di silenzio

Il ricordo delle foibe divide Palazzo Rosso: convocati i capigruppo per decidere il minuto di silenzio

Ricordo e memoria scomodano il consiglio comunale. A Palazzo Rosso viene convocata la conferenza dei capigruppo, per discutere dell’opportunità (o dell’opportunismo, a volte le due cose vanno di pari passo) di dedicare un minuto di silenzio alle vittime delle foibe. 

La richiesta è partita dal consigliere di opposizione Addamiano: osservare un momento di raccoglimento durante il prossimo consiglio, in calendario per lunedì 3 febbraio, per ricordare tutte le vittime delle foibe. Il presidente del consiglio, Francesco Rasera Berna, risponde, scartabellando il regolamento. Ne esce che la “Giornata del ricordo” fa parte delle cerimonie che ogni anno il Comune programma e coordina, e che il minuto di silenzio viene solitamente osservato a eventi di attualità o alla scomparsa di amministratori comunali, di particolari personalità cittadine e di eventi che sconvolgono la collettività intera. Quindi? La richiesta di Addamiano rimane, la risposta si saprà lunedì, poco prima dell’inizio del consiglio comunale. Perché Rasera Berna ha convocato i capigruppo per affrontare la spinosa questione. Con una premessa: «Il nostro consiglio comunale è convocato esattamente a metà fra la data del giorno della memoria e quella del giorno del ricordo – così si legge nella lettera di convocazione -. Sarebbe davvero incomprensibile e ingiustificabile osservare un minuto di silenzio per l’una e non per l’altra ricorrenza».

A voler distinguere memoria e ricordo, alle volte, si fa danno a entrambi.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su