Docufilm e incontro-riflessione al Rotary: «La provincia con lo sguardo dei ragazzi»

Docufilm e incontro-riflessione al Rotary: «La provincia con lo sguardo dei ragazzi»

 

«La provincia di Belluno ha un paesaggio bellissimo, ma chi rimane rischia di essere una “croda” dispersa?». È il quesito nato in occasione del conviviale del Rotary Club Belluno, in sala Muccin. Relatori, il preside del liceo “Dal Piaz” di Feltre, Mario Baldasso, la docente Anna Rosa Cavallari, il regista Alessandro Padovani – con l’aiuto regista Marco Possiedi – e gli studenti Giorgia e Gabriele. I giovani hanno parlato dell’esperienza “Visioni fuori luogo (La Montagna che r-Esite) nell’ambito del Bando “Cinema per la scuola” del Miur/Mibac vinto proprio dagli studenti dell’Istituto feltrino.

Nello specifico, il progetto del “Dal Piaz” si è concretizzato con la realizzazione del docufilm “Movida”, uno sguardo reale e non romantico del territorio: «Non volevamo raccontare il nostro territorio per quello che era in passato, o quello che vorremmo fosse – è la riflessione del regista Padovani -. Il nostro obiettivo era di presentarlo per quello che è oggi, con persone reali e ambienti naturali di tutti i giorni, facendo vedere la provincia di Belluno con lo sguardo dei ragazzi e dei bambini». E sono proprio loro i protagonisti del docufilm: sia davanti, sia dietro la cinepresa.

Ecco quindi che durante l’incontro del Rotary sono intervenuti due studenti, Giorgia e Gabriele, dai quali è emersa la sorpresa di ammirare alcuni bambini mentre giocano ancora all’aperto, in un ambiente sano e naturale. O gli ultimi abitanti della frazione di Davedino, comune di Livinallongo del Col di Lana, veri eroi del vivere in montagna. L’altro lato della medaglia, invece, è rappresentato dalle zone abbandonate, con capannoni in bella vista, in contrasto con le vette dolomitiche.

In merito al prossimo appuntamento con il Rotary Club Belluno è in calendario giovedì 13 febbraio, sempre in sala Muccin (ore 19.30) con un altro conviviale dal titolo “Olimpiadi 2026 a Cortina: come è stato raggiunto l’obiettivo”; a parlarne Luigi Alverà, vice sindaco di Cortina e rappresentante del Comitato Esecutivo della candidatura olimpica 2026.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su