De Carlo: «Il bonus bebè e lo sport per tenere la gente in montagna»

De Carlo: «Il bonus bebè e lo sport per tenere la gente in montagna»

«Nuovi nati e impianti sportivi: anche così vogliamo combattere lo spopolamento». Il sindaco di Calalzo, Luca De Carlo, ha deliberato nei giorni scorsi il “bonus bebè” per i nuovi nati nel 2019 e un rimborso per i lavori di sistemazione al campo sportivo: la somma complessiva sfiora i 30mila euro. E 4.640 euro saranno destinati proprio ai piccoli: «Assegneremo il bonus ai 16 nati nello scorso anno che risiedono nel territorio comunale – spiega il sindaco De Carlo – A ogni famiglia consegniamo un contributo di 290 euro, utile per le prime spese necessarie». 

Più sostanzioso, 24mila euro, il contributo concesso alla società sportiva Fc Cadore 1919 per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria al magazzino e ai bagni dell’impianto “Agostino Lozza”: «Quest’estate sono state rilevate diverse infiltrazioni d’acqua nei locali del magazzino e dei bagni. E, dopo il sopralluogo dei nostri tecnici, si è deciso di intervenire per una questione igienica, di sicurezza e di conservazione degli immobili». 

I lavori saranno eseguiti dalla Fc Cadore 1919 e rimborsati dal Comune di Calalzo: «Se vogliamo mantenere la gente in montagna, bisogna offrire opportunità e servizi. Se non offriamo opportunità di svago, di ritrovo, di socializzazione e se non aiutiamo le giovani coppie ad affrontare i costi di una nuova famiglia, decisamente più alti in montagna rispetto alla pianura, allora l’abbandono delle nostre vallate sarà inevitabile».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su