Abbinamento cibo-vino: i sommelier bellunesi e il mini corso “Stasera a cena”

Abbinamento cibo-vino: i sommelier bellunesi e il mini corso “Stasera a cena”

 

Chi non si è mai trovato a dover scegliere un vino da abbinare a una cena tra amici? A rispondere a questa e ad altre domande ci penserà l’Ais Belluno (Associazione italiana sommelier), che presenterà per la prima volta in provincia il mini corso “Stasera a cena” dedicato appunto a un tema caro a tutti i buongustai: l’abbinamento cibo-vino. Tre le serate, tutte in programma all’Istituto alberghiero “Dolomieu” di Longarone il 4, l’11 e il 18 marzo dalle ore 20 alle 22.30. A condurre saranno l’esperienza e la competenza della sommelier e relatrice Ais Angela Rech.

Il corso vuole essere un modo alternativo di interpretare la formazione attraverso un approccio semplice e diretto: non impegna con un lungo ciclo formativo e non ci sono esami finali; semplicemente si propone di offrire ad appassionati, ma anche ad operatori del settore, qualche strumento in più per poter scegliere il vino adatto, attraverso le regole classiche dell’abbinamento. Ogni lezione si compone di una parte teorica, cui fa seguito la presentazione di un’azienda vitivinicola e la degustazione guidata di tre vini significativi, alcuni dei quali in abbinamento al menù proposto.

L’iscrizione al corso prevede anche il tesseramento per un anno all’Associazione italiana sommelier e ad Ais Veneto, con la possibilità di accedere a tutte le iniziative usufruendo delle tariffe esclusive riservate ai soci. Per informazioni, www.asiveneto.it o contattare il direttore del corso Ivan Del Puppo al 3490588710.  

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su