Clodiense di misura: Union Feltre battuta a domicilio

Clodiense di misura: Union Feltre battuta a domicilio

UNION FELTRE-CLODIENSE 0-1

GOL: pt 23’ Baccolo.

UNION FELTRE: Corasaniti, Bran, Gjoshi (31’ st Parasecoli), De Carli (16’ st De Paoli), Trevisan, Nonni, Miniati (31’ st Salvadori), Arvia (25’ st Aperi), Veratti, Proia, Tonani. Allenatore: Sandro Andreolla.

CLODIENSE: Boscolo, Ostojic, Biolcati, Cuomo, Pastorello, Baccolo, Martino, Djuric, Ferretti, Marangon (44’ st Erman), Tattini (31’ st Porcino). Allenatore: Mario Vittadello.

ARBITRO: Silvia Gasperotti di Rovereto (assistenti: Cucinotta di Brescia, Arizzi di Bergamo).

NOTE. Ammoniti: Nonni, Tonani, Boscolo, Baccolo. Espulso Baccolo al 27’ st per somma di ammonizioni. Calci d’angolo: 3-6.

«Prestazione insufficiente e inspiegabile». E se lo dice Sandro Andreolla… L’Union Feltre va piano. Troppo piano. Di gambe, di testa, di idee. Il risultato parla chiaro: vittoria della Clodiense. Per di più meritata. Meglio archiviare in fretta l’ultimo match del 2019 e guardare con fiducia al 2020. I buoni propositi per l’anno nuovo, però, devono essere precisi: evitare cali di concentrazione.

LA CRONACA

È proprio un calo di concentrazione che regala ai chioggiotti il gol vittoria. Una conclusione di Baccolo dal limite dell’area, che si infila all’angolino alla destra di Corasaniti. Ma la rete ospite non è un caso. Perché la squadra di Vittadello mostra fin dall’inizio guizzi velenosi. La supremazia territoriale è quasi asfissiante. E il centrocampo feltrino ne risente.

Poi – è vero – c’è anche un dubbio amletico enorme: al 13’ Nonni, con un tap-in da rapace, metterebbe dentro il vantaggio dell’Union. Solo che l’arbitro annulla, per un presunto (forse inesistente) fuorigioco. È solo uno sprazzo, perché per il resto il primo tempo è tutto di marca chioggiotta. La squadra di casa esce dal torpore soltanto nel finale, quando con un paio di accelerazioni dimostra di poter far male all’avversario. Stesso discorso per l’avvio di ripresa. Interessante soprattutto la spizzata di testa di Veratti sulla pennellata di Miniati. Ma è poco. Troppo poco. La Clodiense tampona a centrocampo con Baccolo e Martino, e può contare su un vecchio marpione come l’argentino Ferretti, là davanti.

Il match sembrerebbe poter cambiare di tono e di sostanza al 27’. Baccolo si vede sventolare il secondo giallo e in rapida successione il rosso. Eppure, neanche la superiorità numerica dà vigore all’Union.

GLI SPOGLIATOI

«Siamo stati troppo lenti di testa e di gambe – commenta Andreolla a fine gara -. Non voglio pensare che i miei ragazzi siano già in vacanza. L’avevamo preparata bene in settimana. Il calcio, dopotutto, non è una scienza esatta. Ora dobbiamo reagire e pensare al Campodarsego, alla ripresa del campionato. Certo, però, che fa male perdere così».

Dello stesso avviso anche Federico Trevisan: «Abbiamo sbagliato atteggiamento. Ora dobbiamo cercare di ripartire dopo le vacanze, per dare continuità di risultati».

Quanto alla classifica, l’Union Feltre è a quota 30. E Andreolla è soddisfatto a metà. «Potevamo fare qualcosa di più – ammette -. Al girone di ritorno dovremo guadagnare qualche punto in più, per poter ambire a una posizione da play off».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su