Il San Giorgio Sedico ha scelto: Luca Tiozzo è il nuovo allenatore

 

Il San Giorgio Sedico si affida a Luca Tiozzo: dopo il passivo rimediato nel derby col Belluno e le 4 sconfitte nelle prime 6 giornate, la società biancorossoceleste sceglie l'ex allenatore dell'Adriese.

Trentanove anni di Sottomarina, Tiozzo era già stato vicino al club di Sedico durante l'estate, ma la scelta era poi ricaduta su Alessandro Ferro. Il quale, però, ha pagato con l'esonero lo stentato avvio di stagione. 

Si volta pagina, quindi. E il nuovo tecnico farà il suo esordio sulla panchina sedicense fra tre giorni, in occasione della trasferta di Este. 

Nel frattempo, il campionato di serie D non si ferma. Dopo la consultazione online, le società si sono schierate compatte per proseguire la stagione anche nel mese di novembre. La scelta, che ha accomunato pure Belluno, San Giorgio Sedico e Union Feltre, è tutta nei numeri: su 166 club con diritto di voto, ben 123 hanno espresso la volontà di proseguire a giocare. Ovvero, il 74 per cento. 

«La nostra consultazione, oltre all’ampio superamento del quorum previsto, è l’ulteriore conferma della maturità del movimento dei Dilettanti - ha commentato il presidente della Lega nazionale dilettanti, Cosimo Sibilia -. Si tratta di società e persone che vanno oltre le difficoltà, a dimostrazione che sono loro il Paese reale: quello che si rimbocca le maniche e che combatte il nemico, senza sofismi. Il mio grazie anche a tutti quelli che hanno espresso un parere diverso. Queste società meritano un concreto sostegno economico da parte del Governo, per i sacrifici sostenuti e per gli ulteriori sforzi ancora da sostenere. Un diritto legittimamente conquistato sul campo». 

Insomma, si procede. E all’orizzonte c’è un turno che potrebbe svilupparsi in blocco nella giornata di sabato, visto che il primo mercoledì di novembre coincide con un impegno infrasettimanale. 

 

Gol e assist: Corbanese decide il derby, San Giorgio Sedico ko

 

Era il derby dei bomber? E loro non hanno tradito. Sottovia da una parte, Corbanese dall’altra. 

Ma soprattutto il Cobra: è il capitano gialloblù a decidere il derby e a regalare al Belluno tre punti dal peso specifico considerevole. Perché, a Sedico, l’undici di Renato Lauria supera 2-1 il San Giorgio, allunga a tre la striscia di risultati utili consecutivi. E aggancia il nono posto in classifica. 

La gara si decide nei primi 10’, quando Corbanese prima trasforma il penalty (procurato da Cescon), poi sforna a Posocco l’assist per il raddoppio. Una prova da vero leader. 

E Sottovia? Riapre la sfida con una splendida girata di testa, a 2’ dallo scadere. Ma non basta per evitare la sconfitta: la quarta in 6 confronti. Il gruppo di Alessandro Ferro rimane quindi in terzultima posizione. 

 

Belluno, pari con l’Ambrosiana: il recupero infrasettimanale è senza reti

 

Cercava la vittoria, ha trovato un pareggio. Il secondo di fila: dopo l’1-1 col Trento, il Belluno non va oltre lo 0-0 con l’Ambrosiana. 

Partita equilibrata, sofferta, con rare occasioni da gol. Già, il gol: inizia a diventare un guaio. Perché il bottino complessivo, in questo avvio di campionato, è di soli 3 centri in 5 partite. 

Senza Stefano Mosca a sfrecciare sulla sinistra, i gialloblù hanno cercato altre vie per arrivare al bersaglio. Invano.

Anzi, nel finale hanno rischiato la beffa, quando i veronesi hanno serrato le fila e, in zona Cesarini, sono riusciti a riversarsi nella metà campo gialloblù, sfiorando la rete in almeno un paio di circostanze. 

Ma lo 0-0 regge. E la classifica, seppur di poco, si muove. 

 

Si ferma (quasi tutto) il calcio. E il San Giorgio Sedico esonera Ferro

 

Il pallone non rotola più. Almeno fino al prossimo 24 novembre. 

In questo senso, l’ultimo Dpcm non lascia spazio a troppi spiragli. Si fermano, quindi, tutti i campionati dilettantistici: dall’Eccellenza, passando per la Promozione, la Prima, Seconda e Terza categoria. E lo stesso vale per l’attività giovanile.

Niente allenamenti, niente partite. Il rettangolo verde, ancora una svolta, è svuotato dalla pandemia. 

E il virus ha colpito pure il Comitato regionale veneto della Figc: in questo senso, è risultato positivo al Covid il presidente Giuseppe Ruzza. E con lui, il segretario Borsetto. A entrambi, i migliori auguri per una pronta e rapida guarigione. 

Per quanto riguarda la serie D, ci si interroga se valga la pena proseguire o meno il campionato. Tanto è vero che il Consiglio del Dipartimento Interregionale Lnd ha indetto una consultazione online, in cui ogni società è chiamata a esprimere il proprio parere: comprese, quindi, Belluno, San Giorgio Sedico e Union Feltre. Si va avanti, come da calendario? O è meglio sospendere l’attività fino al prossimo 24 novembre? I risultati saranno comunicati nella giornata odierna. 

A proposito di D, Alessandro Ferro non è più l'allenatore del San Giorgio Sedico: fatale, per il tecnico, il ko nel derby col Belluno. E, in generale, le 4 sconfitte rimediate in 6 giornate. I biancorossocelesti, ora terzultimi, sono a caccia di un nuovo tecnico. 

 

San Giorgio Sedico-Belluno, derby da bomber. E l'Union Feltre rinvia

 

Tutto è pronto per il derby di Sedico. Dove domani, alle ore 14.30, il San Giorgio ospiterà il Belluno. 

Diversi i motivi di interesse per questo inedito derby, che mette a confronto una neopromossa con una veterana della categoria. Ma soprattutto due formazioni che lottano per un comune obiettivo: di giornata, con i 3 punti. E di campionato: la permanenza in D. Quello di domani, però, sarà anche e soprattutto un duello fra goleador: Sottovia da una parte, Corbanese dall’altra. 

Il primo è andato a segno per quattro gare consecutive (solo a Porto Tolle è rimasto all’asciutto) e ha già lanciato la sua candidatura per lo scettro di bomber del torneo, mentre il Cobra, con 2 centri all’attivo, non più tardi di domenica scorsa ha stoppato la capolista Trento con una punizione magistrale. 

Salta, invece, il match tra Union Feltre e Arzignano. La causa? Il Covid: «La gara - si legge nella nota della società verdegranata - è stata rinviata su disposizione della Lega nazionale dilettanti, a seguito del recepimento delle indicazioni della società Arzignano e della Asl competente per la città vicentina». 

Il recupero è previsto per mercoledì 18 novembre, alle ore 14.30. 

 

Belluno, è l’ora del recupero: c’è l’Ambrosiana al polisportivo

 

Nemmeno il tempo di godersi il preziosissimo punto, strappato al Trento capolista, ed è già ora di tornare in campo: oggi pomeriggio (ore 15), al polisportivo, il Belluno affronterà l’Ambrosiana, nel recupero del secondo turno di campionato. 

La gara, inizialmente prevista nel primo weekend di ottobre, era saltata a causa del maltempo. E al confronto odierno, le due formazioni si presentano con lo stesso, identico ruolino: 4 punti, frutto di una vittoria, un pareggio e due sconfitte. La posta in palio, quindi, ha già un valore importante. 

In casa gialloblù, mister Lauria dovrà rinunciare all’infortunato Mosca, mentre Bertagno ritrova una maglia da titolare, dopo aver smaltito il turno di squalifica. 

A proposito di vecchie conoscenze del Belluno, Antonio Andreucci è il nuovo allenatore dell’Union Clodiense Chioggia: prende il posto dell’esonerato Mario Vittadello.

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019