Rinviata al 2022 la mostra su Luigi Cima. «Promuoverà tutto il territorio»

Rinviata al 2022 la mostra su Luigi Cima. «Promuoverà tutto il territorio»

Alla fine la pandemia ha avuto il sopravvento. Anche sull’arte. E a Borgo Valbelluna slitta in avanti di un anno la grande mostra su Luigi Cima “Tra i maestri del vero” programmata inizialmente per dicembre 2020-febbraio 2021 e poi spostata a maggio-giugno 2021. Così ha deciso l’amministrazione comunale, che vuole dare lustro all’anniversario dei 160 anni dalla nascita del grande pittore zumellese.

«Il perdurare delle misure restrittive a causa della diffusione del Covid-19 e l’incertezza sulla loro durata ci inducono a posticipare a un periodo più propizio tale evento – spiega il sindaco di Borgo Valbelluna, Stefano Cesa -. La sua importanza e l’impegno che ne deriva ci impongono questa scelta al fine di garantire la massima fruizione e sicurezza da parte del pubblico. Le condizioni che attualmente limitano l’apertura di mostre ed esercizi pubblici fanno anche venir meno l’obiettivo principale per il quale l’evento è stato pensato, cioè la promozione del nostro territorio a 360 gradi e la conseguente valorizzazione di tutti quei settori commerciali ed economici che ne sarebbero coinvolti come ristoranti, bar, punti di accoglienza».

Non è un addio, ma solo un arrivederci. La mostra, con le stesse modalità organizzative, è solo posticipata alla primavera 2022. 

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su