“Pronto manutenzioni” va in pensione. Online la nuova piattaforma per le segnalazioni

“Pronto manutenzioni” va in pensione. Online la nuova piattaforma per le segnalazioni

Dopo una decina d’anni di onorato servizio va in pensione “Pronto manutenzioni”, il sistema telefonico di segnalazione guasti e criticità da parte dei cittadini del Comune di Feltre. Al suo posto una nuova piattaforma, già attiva e raggiungibile all’indirizzo www.segnalazioni.comune.feltre.bl.it, o direttamente dall’home page del sito istituzionale del Comune.

Il principio alla base non cambia: l’intento è accorciare i tempi di intervento e di risoluzione dei problemi, attraverso la collaborazione tra cittadini e uffici comunali.

«Non partiamo al buio – spiega l’assessore alle manutenzioni Adis Zatta – visto che la nuova piattaforma la stiamo testando da un paio d’anni. In questo lasso di tempo abbiamo gestito circa 1.500 segnalazioni, arrivate dai dipendenti degli uffici. Nella stragrande maggioranza dei casi, oltre l’88%, si tratta di segnalazioni riguardanti la viabilità: buche, cartellonistica stradale da sistemare, guardrail divelti, ecc..». Una casistica già ampiamente rappresentata con la precedente esperienza di “Pronto manutenzioni”.

Il nuovo strumento semplificherà la vita agli uffici, che non dovranno più sbobinare ogni singola telefonata, ma anche al cittadino, che potrà segnalare guasti o interventi direttamente dallo smartphone, anche georeferenziando il punto incriminato e allegando alla segnalazione foto prese “in diretta”.

«Naturalmente – prosegue Zatta – questo canale informale non sostituisce le comunicazioni ufficiali, che vanno sempre inoltrate al protocollo». Sulla piattaforma di segnalazione verranno accettate solo quelle inerenti i settori gestiti dal Comune. Per capirsi, niente segnalazioni su cassonetti malfunzionanti o acquedotti che perdono. «Quelle segnalazioni vanno fatte direttamente agli enti gestori – spiega ancora l’assessore alle manutenzioni – ovvero Bellunum e Bim Gsp. Ma al momento di entrare nella piattaforma ci penserà un messaggio pop-up a ricordare questa cosa».

Resta valido l’invito a non abusare dello strumento: «Come sempre – conclude Zatta – saranno accettate le migliori intenzioni dei cittadini, mentre  saranno rimandati al mittente i casi di “stalkeraggio”».

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su