Polveri sottili entro i limiti, Bonan: «Bene, ma è vietato abbassare la guardia»

Polveri sottili entro i limiti, Bonan: «Bene, ma è vietato abbassare la guardia»

Feltre batte polveri sottili 2-0. Per il secondo anno consecutivo, infatti, gli sforamenti delle Pm10 sono rimasti entro il limite annuale previsto dalla legge. Non era mai successo prima. Per l’amministrazione comunale si tratta di un primo passo fondamentale nella lotta all’inquinamento dell’aria. Di certo, non l’ultimo. «Il percorso è ancora lungo – dice l’assessore Valter Bonan -. Non bisogna abbassare la guardia: le buone pratiche dei cittadini saranno importantissime».

IL DATO

Nel 2019 i superamenti del limite giornaliero previsto per le Pm10 (pari a 50 microgrammi per metro cubo d’aria) sono risultati inferiori al numero massimo previsto di 35 nell’arco dei 12 mesi. Per la precisione il dato si è attestato a 30 superamenti, contro i 28 del 2018. Un risultato particolarmente significativo perché rappresenta un sia pur minimo trend tendenziale e perché solo nel 2014, nell’arco temporale degli ultimi anni, non si era verificato il superamento annuo di 35 sforamenti.

Il dato è ancora più significativo se si considera l’entità dei singoli livelli quotidiani, mediamente molto più bassi che in passato. Gli stessi sforamenti non raggiungono più i picchi preoccupanti di un tempo, fermandosi in molti casi poco fuori la soglia prevista di 50 microgrammi.

IL COMMENTO

«Nessun trionfalismo o canto di vittoria però – commenta l’assessore all’ambiente del Comune di Feltre Valter Bonan -. Conosciamo bene le criticità morfologiche del nostro territorio e come gli effetti climatici possano incidere pesantemente e in vario modo sulla qualità dell’aria che respiriamo. Un dato, tuttavia, è certo: il cammino di consapevolezza promosso dall’amministrazione, la diffusione di informazioni corrette e l’attuazione di buone pratiche, già fatte proprie da molti cittadini, hanno un ruolo non certo secondario in tutto questo. Dalla corretta combustione della legna e delle altre biomasse, alla sostituzione incentivata degli impianti più obsoleti, alla promozione di una mobilità sostenibile, i comportamenti consapevoli e “attivi” da parte dei cittadini sono e saranno sempre più importanti». 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su