Piccoli Comuni: il Governo si accolla le spese per la gestione dei segretari comunali

Piccoli Comuni: il Governo si accolla le spese per la gestione dei segretari comunali

 

La battaglia dei piccoli Comuni dà i primi risultati. Sì, perché sono stati inseriti nel Milleproroghe, che passerà al vaglio della Camera la prossima settimana, due emendamenti molto importanti. Il primo prevede che lo Stato si accolli le spese sostenute dagli enti locali con popolazione sotto i 5.000 abitanti per la gestione dei segretari comunali. «Avevamo sollevato da tempo la questione – ricorda Dario Scopel, membro del direttivo nazionale dell’Associazione Piccoli Comuni d’Italia – sia in merito alla difficoltà di trovare le figure professionali adeguate, sia di sostenerne i costi. Grazie anche alla sollecitazione arrivata dall’Uncem, pare che il tema sia finalmente arrivato all’attenzione del governo, che lo ha inserito nel decretone Milleproroghe». 

Nello stesso provvedimento è prevista un’altra norma che potrebbe tornare molto utile ai piccoli comuni: ovvero quella che accolla sempre allo Stato i costi di consulenza e assistenza tecnica per l’accesso ai fondi europei. «In sostanza – aggiunge Scopel – i nostri piccoli Comuni, che dispongono di risorse di bilancio risicate e competenze professionali in moltissimi casi non specifiche, potranno fare affidamento sul sostegno tecnico-economico dello Stato per affrontare la partita dell’accesso ai bandi europei, fonte sempre più rilevante per la programmazione e lo sviluppo del territorio in molti ambiti. Ora chiediamo al governo che alle parole seguano i fatti: il Milleproroghe arriverà nell’aula di Montecitorio la prossima settimana; nell’interesse delle nostre comunità locali, ci attendiamo un’approvazione rapida e senza sorprese». 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su