Lutto nel Cadore: è morto lo storico dirigente Antonio Ruzza

Lutto nel Cadore: è morto lo storico dirigente Antonio Ruzza

 

Molto più che un dirigente. Molto più che un appassionato e un innamorato del calcio. Antonio Ruzza (64 anni) era un punto di riferimento per la società del Cadore. La stessa che, in queste ore, piange la scomparsa di un amico. E soprattutto di un uomo che sapeva distinguersi per la disponibilità. E bontà d’animo: «Abbiamo sperato tutti – si legge in una nota del club cadorino – che Toni riuscisse a vincere la battaglia contro questo “terribile” virus. Invece si è spento il nostro storico dirigente. Visto da tutti noi come una persona di grande spessore umano, ha contribuito in modo fondamentale alla crescita della società calcistica cadorina». 

Chiunque lo ricorda per la sua lealtà: «Toni rappresentava il vero significato dello sport. Questa è una grave perdita non solo per il Cadore, ma per l’intero movimento calcistico locale. Era un dirigente che non amava apparire in prima linea, ma dedicava tempo e impegno impegno dietro le quinte con lo scopo di mettere la propria squadra nelle condizioni di raggiungere i migliori risultati. Alla famiglia Ruzza vanno le più sentite condoglianze: siamo sicuri che la passione e lo spirito di Antonio Ruzza continueranno ad aleggiare nella società, insieme al ricordo del suo sorriso». 

Parole di cordoglio sono state espresse da tutto il movimento calcistico bellunese (e non solo), attraverso i vertici federali e le società. 

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su