La piccola Emily incontra le tute fluo: «La solidarietà è il motore del nostro territorio»

La piccola Emily incontra le tute fluo: «La solidarietà è il motore del nostro territorio»

«Questi sono i miei 5 euro: date una mano ai bambini dell’Albania, colpiti dal terremoto». Così scriveva Emily, una bambina di Agordo, in una lettera inviata un mese fa alla Provincia di Belluno. E rivolta in particolare alla Protezione civile. Una lettera che ha colpito ed emozionato l’intero territorio. A conferma di come la generosità e la fantasia, sprigionate dai più piccoli, riescano ad avvicinare i popoli e le comunità, meglio di qualsiasi diplomazia.

TUTE FLUO
Non a caso, Emily è stata la grande protagonista di un appuntamento che ha coinvolto i volontari di Protezione civile, a Palazzo Piloni. La bimba ha così potuto idealmente abbracciare le tute fluo, da sempre impegnate nei luoghi colpiti dai disastri. «Abbiamo voluto invitare la piccola Emily e la sua famiglia per ringraziarla della letterina che ci ha mandato – hanno affermato il presidente della Provincia Roberto Padrin e il consigliere Massimo Bortoluzzi -. La solidarietà deve continuare a essere uno dei motori del nostro territorio».

RICONOSCIMENTI
All’interno della mattinata, la stessa Provincia ha consegnato un riconoscimento speciale a tutti coloro che si sono adoperati per la gestione dell’ultima emergenza maltempo (a metà novembre). Una pergamena è stata consegnata all’Ana Belluno, che da qualche mese gestisce il magazzino centralizzato della Protezione civile alla Cal di Limana, grazie a una convenzione stipulata con l’amministrazione provinciale (e che invia i suoi volontari ogni volta in cui le circostanze lo richiedano). Riconoscimenti pure per i dipendenti del settore Difesa del suolo (Pierantonio Zanchetta, Stefania Bassani e Katya Biasuzzi), il responsabile provinciale di Protezione civile Carlo Zampieri, e la squadra della Polizia provinciale, capitanata da Oscar Da Rold (in particolare, gli agenti Lisa Azzalini, Vittorio Fusinato, Francesco Dell’Osbel, Stefano Fontana, Elio Bottegal, Elvi D’Incà, Sergio Umattino, Mirco Piccin, Mauro De Vallier, Cesare Sacchet e Romeo Friz).

EMERGENZA MALTEMPO
«Dovremmo premiare tutti i nostri dipendenti; oggi cominciamo dai tecnici della Difesa del suolo e dai nostri agenti, che hanno assicurato un contributo fondamentale durante la gestione dell’ultima emergenza maltempo – ha detto il presidente Padrin -. Hanno presenziato in sala operativa in giornate, quelle di metà novembre, che tante difficoltà ci hanno creato, tra frane e smottamenti. Li ringrazio tutti, compreso il mio consigliere delegato Massimo Bortoluzzi».
Padrin ha sottolineato pure l’azione puntuale delle guardie provinciali, «senza le quali non potremmo promuovere moltissime attività. Nelle prossime settimane, si dovrebbe concludere il percorso con la Regione Veneto per definire competenze e funzioni che avranno i nostri agenti nei prossimi anni. È un orgoglio averli con noi». 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su