Il legame tra la Val di Zoldo e Venezia: Francesco Erbani a Fusine

Il legame tra la Val di Zoldo e Venezia: Francesco Erbani a Fusine

 

Il Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” sale in Val di Zoldo. E promuove per domani (martedì 18 agosto ore 18) un incontro davvero speciale: quello con lo scrittore e giornalista Francesco Erbani, che presenterà il suo libro “Non è triste Venezia”.

Libro che, nel 2019, si è aggiudicato il premio nella sezione “Finestra sulle Venezie, per opere riguardanti aspetti della civiltà, della cultura territoriale e ambientale legati al mondo veneto. L’appuntamento è in programma nella sala polifunzionale di Fusine e sarà condotto da Domenico Luciani, già direttore della Fondazione Benetton Studi Ricerche e membro della giuria. 

«Presenteremo quest’opera – spiegano i promotori della serata – alla luce dell’antico legame tra Zoldo e Venezia, messo in risalto con grande efficacia dalla mostra “Le barche dei Casal – il capolavoro degli squerarioli di Zoldo a Venezia” dello scorso anno. Il reportage narrativo di Erbani analizza le criticità della situazione di Venezia, tra turismo e infauste scelte di governo del territorio. Senza dimenticare che oggi la città lagunare, come questa valle e molti altri territori, si trova a fronteggiare in prima linea le gravi conseguenze connesse al cambiamento climatico». 

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su