Firme contro i vincoli paesaggistici: il gazebo di Fratelli d’Italia fa il pieno

Firme contro i vincoli paesaggistici: il gazebo di Fratelli d’Italia fa il pieno

I vincoli su Auronzo e il Comelico non piacciono a nessuno. Non si spiegano altrimenti le  firme raccolte da Luca De Carlo e Fratelli d’Italia. Sono bastati un gazebo, un tavolino e una penna per mettere insieme un centinaio di sottoscrizioni in appena un’ora, un normale sabato mattina di fine dicembre, a Belluno. Chissà cosa ne pensano Ministero e Soprintendenza…

«Anche sotto le feste, siamo in prima linea per difendere il nostro territorio – commenta il deputato e sindaco di Calalzo, Luca De Carlo -. In poco più di un’ora, abbiamo raccolto oltre 100 firme nella sola piazza del capoluogo: è un segnale forte lanciato dai bellunesi, che testimonia la nostra voglia di resistere e di lottare per poter continuare a vivere in montagna. Se oggi possiamo godere di questo meraviglioso patrimonio ambientale e paesaggistico, è merito dei nostri genitori, dei nostri nonni, di chi ha vissuto e curato questa terra: i vincoli sono solo uno strumento ritorsivo per impedire ai montanari di fare economia e costringerli ad andarsene».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su