Bando mobilità sostenibile, 300 domande già ammesse a contributo

Bando mobilità sostenibile, 300 domande già ammesse a contributo

300 biciclette nuove gireranno per Feltre nei prossimi mesi. Grazie ai contributi del bando comunale per favorire la mobilità sostenibile.

Le domande complessive presentate sono state ben 384. Circa 300 quelle già ammesse a contributo, mentre le conferme d’acquisto pervenute nei termini previsti e corredate dalla corretta documentazione sono state 232: 122 relative a biciclette a pedalata assistita e 110 a quelle a pedalata muscolare, per un finanziamento comunale complessivo pari a oltre 68mila euro.  Lo stanziamento totale del bando prevedeva circa 89mila euro; con la cifra residua sarà ora possibile esaminare e soddisfare anche le prime 67 richieste “in lista d’attesa”, portando quindi il numero totale delle domande evase a circa 300. 

«Registriamo con soddisfazione questa risposta molto positiva e significativa dei cittadini di Feltre all’iniziativa, un “unicum” per quanto riguarda i Comuni al di sotto dei 50mila abitanti, non capoluoghi di provincia e coperti da un bando nazionale – commenta l’assessore alla mobilità e all’ambiente del Comune di Feltre Valter Bonan -. Abbiamo già compiuto uno sforzo finanziario importante e siamo ora impegnati a reperire le risorse utili a evadere anche tutte le altre domande rimaste in “lista d’attesa”. Già ora possiamo segnalare che gli acquisti delle biciclette hanno coinvolto prevalentemente negozi locali e territoriali, determinando un concreto sostegno indiretto a questo comparto commerciale e lavorativo dedicato. Siamo fiduciosi che questa nuova opportunità contribuirà a favorire nuove scelte di mobilità quotidiana sostenibile tra i cittadini di Feltre».

Da lunedì prossimo gli uffici comunali daranno il via all’erogazione dei contributi per tutte le domande in regola con la documentazione richiesta. Il contributo previsto dal bando è pari a 400 euro per l’acquisto di una bici elettrica e di 200 per un mezzo tradizionale, sino al concorso massimo del 50% sulla spesa sostenuta.  

Per le richieste “ripescate” dalla “lista d’attesa”, i cittadini assegnatari avranno ora 3 mesi di tempo per presentare la documentazione di conferma d’acquisto prevista dal bando.

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su