Sulle tracce di Luigi Cima. "Frammenti d'arte" fa tappa a Carve, Campo e Mel

Stavolta tocca a Luigi Cima, alla sua arte e al contatto tra pennello e devozione. Questo il tema dell’appuntamento di domani (domenica 30 agosto) con “Frammenti d’arte in Valbelluna”. La rassegna che apre le chiesette e fa scoprire il territorio a turisti e locali va avanti con un itinerario preciso. Perché l’opera di Luigi Cima, apprezzato pittore vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento, è sparsa in diverse parti della Sinistra Piave. Quindi, visita alla chiesa di San Donnino a Carve, a San Lucano a Campo e all’atelier di Renato Scarton; e per finire, municipio e chiesa arciprete di Mel. Gli organizzatori saranno presenti dalle 15 alle 18, per raccontare e spiegare le opere e l’artista.

La rassegna si chiuderà domenica 13 settembre con la chiesa di San Bernardo a Cesana e quella di Bardies; e soprattutto con lo splendido eremo di San Donato a Ronchena. 

 

Amici e appassionati d'arte: ArtDolomites curerà un ciclo di mostre a Crocetta

 

Cultura made in Belluno. Con tanto di export. È l’associazione bellunese ArtDolomites a organizzare il ciclo triennale d’arte che si terrà a Crocetta del Montello. Un evento culturale di livello voluto dall’amministrazione comunale e che gode del patrocinio della Regione del Veneto. 

«Abbiamo aderito con vivo piacere alla richiesta che ci è stata rivolta dal Comune di Crocetta del Montello nel collaborare alla cura e all’allestimento delle mostre - spiega il presidente Renzo Limana -. Il primo ciclo espositivo si doveva tenere questa primavera, ma a causa del coronavirus è stato spostato a settembre prossimo».

Mercoledì 26 agosto, alle 20.45 Villa Pontello di Crocetta ospiterà una serata di presentazione della mostra che aprirà al pubblico il 12 settembre presso Villa Ancilotto. La prima esposizione tratterà “La rivoluzione silenziosa dell’arte in Veneto dal 1910 al 1940”. In pratica, da Gino Rossi a Guidi e De Pisis. Ci sarà anche l’artista zumellese Luigi Cima. 

ArtDolomites è un’associazione culturale che ha sede a Borgo Valbelluna. Fanno parte del consiglio direttivo, oltre al presidente Limana, la vice Debora Lotto, Luigi Pelli, Ruggero Dalle Sasse, Edoardo Comiotto, Nicola Limana, Alex De Boni, Claudia Comel, Giliola Raveane e Franco De Poli. Uniti dall’amicizia e dalla passione per l’arte e per il bello, i soci mettono a servizio le loro professionalità e le esperienze maturate su vari campi, con l’intento di proporre occasioni di crescita culturale e sociale. 

 

Storia e bellezza nella notte di San Lorenzo: Mel guarda le stelle cadenti

È già uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Mel due anni fa si comportò alla grande, arrivando in finale nella trasmissione "Il borgo dei borghi” di Raitre. Quest’anno il Covid ha però cambiato le carte in tavola. Niente sfide televisive. E così i borghi più belli d’Italia diventano “luoghi dei desideri”, con una serie di iniziative organizzate per la serata più magica dell’anno, la notte di San Lorenzo, il 10 agosto. Unico filo conduttore: invitare le persone a esprimere un desiderio. Il miglior desiderio sarà poi premiato con uno SmartBox che darà diritto a trascorrere un week end, proprio in uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

Borgo Valbelluna non si è fatta sfuggire l’occasione, aderendo al format. Il borgo di Mel diventerà il palcoscenico di una passeggiata tra i palazzi del centro storico che possiedono tutti un pozzo, simbolo per antonomasia dell'espressione di un desiderio. La passeggiata si concluderà poi presso la Giazzera, l'antica Ghiacciaia del Paese, presso la quale ciascun partecipante esprimerà un desiderio. Ci sarà poi l'estrazione a sorte di un desiderio che vincerà un premio a base di prodotti locali. La manifestazione proseguirà poi con i cicchetti in centro presso i vari locali. Due cicchetti con aperitivo sono compresi nel biglietto di 7 euro a persona (gratis per i minori di 10 anni). Ci sarà anche la possibilità di cenare con cena a tema dell'evento.

Partenza alle 17.30 di lunedì 10 agosto, dall'ufficio turistico di Borgo Valbelluna in Piazza Papa Luciani a Mel. La manifestazione si svolgerà nel pieno rispetto delle normative per il contenimento del Covid19. Iscrizione obbligatoria. Per informazioni e iscrizione si può telefonare dal lunedi al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17 al 3402803521, il sabato e la domenica allo 0437 544294 oppure mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

I vini e formaggi del Borgo: domenica la degustazione guidata

 

Anche quest'anno, l'edizione di “Malghe tra Miane e Borgo Valbelluna” sarà anticipata da un evento enogastronomico che mira a far conoscere i prodotti del territorio. Ovvero, "I vini e i formaggi del Borgo...", degustazione di prodotti di malga e di latteria, accompagnati da bicchieri di qualità. La degustazione sarà guidata da Gino Triches (maestro assaggiatore Onaf), dai sommelier dell'Ais (delegazione di Belluno) e dai produttori vitivinicoli del Borgo.

L’appuntamento è per domenica 30 (ore 19.30) in largo Marconi a Lentiai, di fronte al municipio. È obbligatoria la prenotazione, telefonando all’ufficio turistico (0437 544294, sabato e domenica, 10-12 e 15-17, oppure allo 0437 544285, dal lunedì al venerdì, 10-12) o mandando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Tutto si svolgerà nel rispetto delle normative Covid-19, mentre la degustazione ha un costo di 18 euro e, in caso di maltempo, si terrà al centro polifunzionale di Lentiai.

«I prodotti agroalimentari di qualità - afferma Simone Deola, assessore al Turismo e all'Agricoltura del Comune di Borgo Valbelluna - rappresentano un'importante possibilità di sviluppo economico. Si è fatto molto per la loro promozione nel corso degli ultimi anni, ma manca ancora una strutturazione organica in termini promozione e commercializzazione. Su questi campi c'è da lavorare». 

 

Lentiai riparte dal cinema: cinque film all'aperto fino a fine agosto

Cinque serate, cinque grandi film. All’aperto, sotto le stelle. Offrono Pro loco Lentiai e Auser, per un mese di agosto caratterizzato dal cinema. La proposta rientra nella rassegna #ripartiamodaquiBVB e vuole essere un contributo alla ripartenza post-Covid. 

Il carnet cinematografico mette in calendario “La val che urla”, film di recente uscita girato anche in provincia di Belluno, per la regia di Lucia Zanettin. Sarà proprio questa la pellicola di apertura, domani (venerdì 7 agosto), con inizio alle 21 al centro polifunzionale di via Galilei a Lentiai. Poi, venerdì 14 (stesso posto, stessa ora) ci sarà “Il vento fa il suo giro” di Giorgio Diritti, e domenica 16 “La montagna di Ilio”.

La rassegna continua venerdì 21 con “Affittasi vita” di Stefano Usardi, per chiudersi domenica 30 agosto (stavolta alle 20.30 in piazza a Ronchena) con un film d’animazione per i più piccoli, “Trolls world tour”.

 

Luigi Cima, percorso tra l'uomo e il pittore, con le opere di Villa di Villa

Opere d’arte e aneddoti. Una serata tutta da gustare, quella dei “Frammenti d’arte in Valbelluna”. Perché il secondo appuntamento della rassegna - in programma stasera (domenica 2 agosto) - tratteggerà la figura di Luigi Cima partendo dai suoi dipinti e da alcuni racconti della sua vita. Soprattutto, del suo rapporto con la religione. La produzione a carattere religioso del maestro zumellese infatti è legata a due filoni: da un lato la devozione popolare, narrata in maniera quasi documentaria; dall’altro le pale d’altare o le committente religiose, con canoni raffigurativi ben definiti. In tutte le opere sacre, però, c’è un filo conduttore unico: l’umanità dei personaggi rappresentati; del resto, l’artista si serviva dei familiari come modelli, come si può ben vedere anche nella chiesa di Villa di Villa.

E proprio Villa di Villa sarà il teatro della serata di “Frammenti d’arte”. Antonella Alban illustrerà alcuni aspetti delle opere di Cima conservate nella chiesa di San Nicolò. E racconterà diversi aneddoti del pittore zumellese. Appuntamento alle 20.30.

I posti saranno limitati (informazioni all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019