Gioco, laboratori, arte, cultura e aiuto compiti: è partito il centro estivo

 

Non solo giochi, ma anche conoscenza del territorio, arte, cultura, laboratori, giochi, sport e assistenza nello studio per i bambini e i ragazzi. Malgrado l’emergenza sanitaria in corso, lunedì è partito il centro estivo comunale di Borgo Valbelluna. «Di fondamentale importanza per l’amministrazione era garantire un servizio di qualità a sostegno delle famiglie e dei ragazzi, favorendo la loro socializzazione e un aiuto nello svolgimento dei compiti per le vacanze, il tutto in ambienti sicuri - commenta l’assessore Marilisa Corso -. Inoltre questa attività sarà l’occasione per coinvolgere i bambini in percorsi di educazione alla salute, per conoscere e imparare a rispettare i comportamenti di prevenzione e di mitigazione del rischio in vista della ripresa delle attività didattiche». 

Il centro estivo si svolge in vari luoghi del Comune e le sedi individuate sono la scuola dell’infanzia di Trichiana (per i bambini dai 3 ai 5 anni), la scuola media di Trichiana (per i bambini dai 6 ai 14 anni), la scuola elementare di Mel (per i bambini e i ragazzi dai 6 ai 14 anni), e le elementari di Villapiana (sempre per la fascia d’età 6-14 anni). 

«Il centro estivo è iniziato il 22 giugno e si svolgerà tutte le mattine dal lunedì al venerdì fino al 14 agosto - continua l’assessore Corso -. È stato diviso in moduli di 15 giorni e le iscrizioni sono ancora aperte, basta contattare l’Ufficio Servizi Sociali. Gli educatori saranno inoltre affiancati da ragazzi del Comune di età compresa fra i 14 e i 17 anni: un modo per dare nuova vita al “Summer Job”, iniziativa che aveva riscosso un gran successo fra i giovani l’anno scorso».

 

Notte romantica a Mel: cena, musica e racconti sotto le stelle

Ripartenza nel segno dell’amore: il post-Covid anima i Borghi più belli d’Italia. E Mel recita da protagonista.

Sabato 27 giugno le vie del centro storico (Bandiera Arancione del Touring Club e Borgo più bello d’Italia dal 2018) torneranno a vivere dopo i lunghi mesi del lockdown. Mel infatti aderisce per il primo anno alla manifestazione italiana “La Notte Romantica nei Borghi più belli d’Italia” promossa dall’associazione dei Borghi. È il primo di una serie di eventi che coinvolgeranno l’intero territorio di Borgo Valbelluna.

Momento clou dell’evento sarà la cena sotto le stelle nella barchessa del Palazzo delle Contesse con prodotti e vini tipici del territorio, frutto di una meravigliosa collaborazione tra amministrazione comunale, Pro Loco Zumellese, ristoranti e bar del centro storico, assieme alle aziende agricole locali. La cena per motivi organizzativi legati alle normative sanitarie attuali potrà ospitare solamente 25 coppie e dovrà essere prenotata entro e non oltre giovedì 25 giugno (telefonando al numero 389 2669696 oppure scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Durante la serata, anche alcuni momenti culturali: la rassegna di “Racconti Amorosi” a cura di Alberto Fornasati e le “Note al Tramonto” con il violino di Nathan Deutsch e il pianoforte di Sabina Canova. Imperdibili poi la passeggiata romantica sul belvedere di Corso XXXI ottobre e il selfie tra i vicoli e sotto gli archi della karera, senza dimenticarsi l’hashtag #BorgoRomantico2020.

 

Manifesto per la ripartenza: nasce l'iniziativa #RipartiamodaquiBVB

Patto sociale per il rilancio. E gioco di squadra. Sono i due pilastri su cui poggia #RipartiamodaquiBVB, l’ultima iniziativa di Borgo Valbelluna per superare senza troppi intoppi il post-Covid. Un contenitore di iniziative che fa leva sul darsi una mano. E proprio la collaborazione è alla base del progetto, visto che nasce dalla condivisione di idee del Comune, delle quattro Pro Loco (Trichiana, Zumellese, Lentiai, Stabie e Canai), e dei due Auser di Borgo Valbelluna.

«#RipartiamodaquiBVB è un manifesto per la ripartenza - fanno sapere gli organizzatori dell’iniziativa -. Possono aderire tutte le associazioni del territorio che vogliono proporre, nel prossimo futuro, iniziative e momenti di incontro che abbiano una ricaduta diretta sul tessuto commerciale, sulle guide ambientali e turistiche, e sui professionisti della cultura del nostro territorio».

Manifesto sì. Idee pure. Ma il sostegno è concreto. L’amministrazione comunale, infatti, metterà in campo una serie di misure fiscali volte ad alleviare le attività economiche e le associazioni da incombenze che potrebbero risultare gravose dopo il Covid. Inoltre, avvierà una campagna di promozione per sensibilizzare la cittadinanza alla spesa “a chilometro zero”, privilegiando quindi i negozi del territorio. Non solo, destinerà i contributi per le attività di sfalcio prati e summer job sotto forma di voucher spendibili esclusivamente negli esercizi commerciali di Borgo Valbelluna. L’obiettivo è quello di creare un circolo virtuoso che possa rimettere in moto la microeconomia. 

E le associazioni? Danno il loro contributo attivo. Organizzeranno manifestazioni ed eventi così da continuare la promozione territoriale.

«#RipartiamodaquiBVB è aperto a tutti - concludono gli organizzatori -. Vuole essere un messaggio di condivisione con tutta la comunità dei principi di solidarietà e attenzione verso il territorio. Chi è interessato a partecipare può scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e sarà ricontattato».

 

Gods of Mel batte il Covid: da stasera musica sulla pagina Facebook

Concerto virtuale, solidarietà concreta. Gods of Mel non rinuncia alle buone tradizioni. E in barba al Covid va in scena lo stesso. A partire da questa sera. I concerti ci sono, la musica pure. Poco importa se non sono “dal vivo” nella location di Farra, perché le atmosfere del Gods non cambiano. Per il resto, è un arrivederci al 2021.

Il festival musicale artistico (con scopo benefico visto che all’evento è associata una raccolta fondi per la ricerca contro il cancro) sarà una continua diretta live dall’isola che non c’è, come dicono gli organizzatori. Dalla pagina Facebook, come dicono tutti quelli che seguiranno la manifestazione.

Stasera alle 21 ci saranno i Maci’s Mobile, oltre a un video live acustico di Davide De Faveri e Filippo Viel, realizzato su misura per la serata. Domani sera (stesso posto, stessa ora), «tocca all’argomento rock&rolla - spiegano i Gods of Mel -. Con gli ospiti spazieremo tra collaborazioni, musica bellunese e arte dell’acconciatura. A gasare la serata ci penserà un adrenalinico dj set».

Il festival proseguirà anche domenica pomeriggio, alle 15.30: spazio ai progetti solidali, a Nick Simcock di Radiobelluno, e al dj set electro swing. Non mancheranno altre fonti di divertimento, tra comicità, proiezioni e ospiti. Il tutto, sulla pagina Facebook Gods of Mel.

 

Ragazzi-animatori: riparte Summer Job per un'estate attiva

Estate attiva: il Comune conta sui giovanissimi. E offre loro la possibilità di rendersi utili. Torna anche quest’anno il SummerJob, servizio di volontariato per i ragazzi dai 15 ai 18 anni. Con una formula leggermente diversa rispetto al solito; perché il Covid ha cambiato un po’ i programmai. Anziché impegnare i partecipanti in attività di manutenzione e abbellimento del territorio, in ambito culturale e museale e nel settore sociale, quest’anno il SummerJob prevede l'inserimento dei volontari nel grande centro estivo di Borgo Valbelluna per coadiuvare gli animatori (del resto, il distanziamento sociale impone piccoli gruppi e quindi servono più persone a gestire le attività).

Si comincia il 22 giugno, per arrivare fino al 14 agosto. È possibile scegliere uno o più periodi di due settimane. Iscrizioni entro giovedì 18 giugno (informazioni e dettagli sul sito www.borgovalbelluna.bl.it). 

 

"Piazze del sapere": il Comune rilancia il ruolo sociale delle biblioteche

Orari più larghi e laboratori più fitti. Le biblioteche come vere e proprie “piazze del sapere”. È l’obiettivo del Comune di Borgo Valbelluna, che proprio in questi giorni sta esternalizzando il servizio. Un esperimento per un anno (dal 1° luglio al 30 giugno 2021), per capire se può funzionare, figlio della scadenza dell’appalto triennale per l’affidamento della gestione della biblioteca di Lentiai.

«A seguito della fusione, nel territorio del Comune di Borgo Valbelluna sono in funzione due biblioteche comunali, una a Trichiana e un’altra a Lentiai - premette l’assessore alla cultura, Monica Frapporti -. Tra gli obiettivi dell’amministrazione, nell’ambito della valorizzazione dei “luoghi della cultura”, le biblioteche trovano uno spazio prioritario. Infatti, vogliamo trasmettere ai cittadini un concetto di biblioteca come “piazza del sapere”, luogo d’incontro e di socialità come sono le piazze delle nostre città italiane. Certo un presidio della cultura, ma anche un luogo di partecipazione, di inclusione, di accoglienza, fatta principalmente dai cittadini e per i cittadini che la rendono viva e significativa. Con particolare attenzione ai più giovani».

Cosa succederà nei prossimi mesi? È presto detto. Nella biblioteca di Lentiai, l’amministrazione intende aumentare l’orario di servizio del personale dalle attuali 18 ore settimanali a 36 ore, valutando anche un ampliamento dell’ apertura al pubblico. Inoltre c’è l’idea di creare una zona dedicata ai bambini e ai ragazzi, anche potenziando la collaborazione con le scuole del territorio. Personale specificamente formato nei servizi bibliotecari per ragazzi e nella letteratura per l’infanzia potrà far appassionare tutti alla lettura attraverso giochi, laboratori creativi, letture animate, portando avanti il progetto “Nati per Leggere”, che da molti anni la biblioteca di Trichiana organizza in collaborazione con le scuole. 

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019