Vaccinazioni da record. Belluno sfonda il muro delle 105mila

Vaccinazioni da record. Belluno sfonda il muro delle 105mila

105mila. Basta un numero a sancire come la campagna vaccinale in provincia prosegua a gonfie vele. Dopo le incertezze di aprile, a causa dei ritardi nella fornitura di vaccini, maggio ha visto l’Ulss 1 premere decisamente sull’acceleratore. Con 105mila dosi totali somministrate finora, su una popolazione potenziale ricevente di poco più di 170 mila persone, l’azienda sanitaria dolomitica è saldamente in testa come percentuale di vaccinati. Naturalmente questo non significa che oltre la metà della popolazione è già vaccinata, perché il dato comprende anche le seconde dosi. Ma è sintomatico di un sistema che adesso funziona.

Attualmente si viaggia su una media di oltre 1.600 vaccinazioni al giorno. Uno dei punti di forza è stato l’aver puntato da subito sulla formula dei drive – in, abbondantemente testati da un anno di tamponi. I cinque punti vaccinali del territorio bellunese (Belluno ospedale, Paludi, Feltre, Agordo e Tai di Cadore) macinano iniezioni a pieno ritmo (una ogni due minuti nei momenti di massima attività) e da qualche giorno è scesa in campo anche Luxottica, con la gestione del centro vaccinale ospitato al Palaskating di Sedico.

Senza dimenticare il prezioso supporto dei medici di base, che finora hanno somministrato oltre 13mila dosi. Le ultime sedute di gruppo, in ordine di tempo, quella di ieri ad Auronzo, quelle di oggi a Lamon e Rocca Pietore, mentre domani sarà il turno di Cencenighe e martedì di Fonzaso.

I bellunesi vogliono vaccinarsi, per lasciarsi alle spalle un anno orribile e cominciare a tornare alla normalità. Ieri, in sole 24 ore, sono state 6.161 le prenotazioni sul portale dell’azienda sanitaria. E dalle 16, quando è stata attivata la possibilità di prenotare la seduta vaccinale per i quarantenni (6.500 i posti a disposizione) in poco più di mezz’ora ne erano stati occupati già più di 2.500, mentre a fine giornata erano state riempite già 5.000 caselle.

E così le percentuali salgono. Belluno è in linea con il resto del Veneto, oppure leggermente avanti, per quanto riguarda la vaccinazione delle diverse classi di età. Praticamente completata l’immunizzazione degli over 80 (più del 97% ha ricevuto almeno la prima dose) si avvia a conclusione anche quella dei settantenni (immunizzato con la prima dose oltre l’84%).

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su