Tra falsi miti e realtà: il legionario si svela a Farra

Tra falsi miti e realtà: il legionario si svela a Farra

Ha trascorso buona parte della sua vita nella Legione straniera. Ma ora, all’età di 62 anni, ha deciso di raccontare. E raccontarsi: a chi? Alla nutrita e attenta platea di Farra, dove è andato in scena un appuntamento organizzato dalla Sezione Paracadutisti Alpago, in collaborazione con il Comune. A portare alla luce i valori e la fatica, la dedizione e il sacrificio, ma anche le varie sfaccettature, non prive di contraddizioni, della vita normale di uomo, ha pensato Danilo Pagliaro. Il quale si è concentrato sulle ragioni che lo hanno portato a bussare alla porta della Legione. Ragioni contenute anche all’interno del libro “La scelta”, scritto insieme al giornalista Andrea Sceresini.

PREGIUDIZI 

Una sorta di operazione-verità, voluta da Pagliaro per abbattere, anzitutto, alcuni dei pregiudizi e delle leggende popolari che hanno spesso accompagnato la figura dei legionari: «Altro che delinquenti in fuga dal proprio paese – ha spiegato Pagliaro – o mercenari strapagati. Un legionario appena arruolato guadagna 1.300 euro al mese. E nessuno entra in Legione se si è macchiato di gravi reati di sangue o sessuali o di droga. Certo, la Legione rappresenta una seconda possibilità, un riscatto per tutti coloro che vogliono entraci, talvolta lasciandosi alle spalle qualche problema o una vita non semplice. Ma se non ne rispetti le regole e la filosofia di vita, non puoi restarci». Il motto del Corpo è “Legio patria nostra”: «In Legione siamo tutti uguali, senza distinzione di razza, colore o religione. Tutti soggiacciamo alle stesse regole e alle stesse punizioni, senza eccezioni».

L’OMAGGIO

Al temine dell’incontro, l’ospite è stato omaggiato dal segretario della sezione Paracadutisti, Luca Padovan, e dalla vice sindaca del Comune di Alpago, Vanessa De Francesch.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su