Tra ambiente e solidarietà: il Corpo europeo incanta i bambini

Tra ambiente e solidarietà: il Corpo europeo incanta i bambini

Spunti di riflessione, stimoli e tanti sorrisi: grande successo, nella Biblioteca comunale di Tambre, per il primo laboratorio dedicato all’ambiente. I bambini iscritti, una ventina, hanno seguito con attenzione i video e i quiz proposti dai giovani del Corpo europeo di solidarietà: Ariela, Ylber, Olsi, Hichem e Victor, provenienti da Kosovo, Albania, Tunisia e Spagna.

GRANDI TEMATICHE
Nello specifico, il gruppo si occupa di promuovere e trattare i grandi temi degli sprechi alimentari e dei i cambiamenti climatici. A questo proposito, i bambini hanno portato alcuni elementi della natura (foglie, rami, pigne), bottiglie in plastica, colla e forbice per realizzare un utile oggetto “riciclato” e casalingo da regalare ai genitori. A promuovere l’iniziativa è stata l’amministrazione comunale, con la collaborazione di Stefania Saviane (segretaria dell’Abvs Tambre e Spert) e dell’associazione Fare Verde Belluno Dolomiti (nata da circa un mese in provincia, è attiva in tutta Italia dal 1986, in seguito al disastro di Chernobyl).

BUONE ABITUDINI
«Per questo evento – spiega l’assessore comunale Lucia Della Libera – ho voluto coinvolgere persone esterne, in modo da far capire ai bambini che l’ambiente va rispettato non solo nel nostro piccolo, ma a livello mondiale. Nell’occasione, si è parlato delle buone abitudini che ci fanno risparmiare ed evitano gli sprechi: basti pensare all’acqua quando ci laviamo i denti. Ci siamo poi focalizzati su quanto sia importante inserire i rifiuti in maniera corretta negli appositi cassonetti. E non buttare il cibo, anche nel rispetto di chi è meno fortunato». L’amministrazione di Tambre ringrazia «i piccoli partecipanti e i giovani animatori del Corpo europeo di solidarietà per il tempo dedicato e le preziose informazioni: alla luce del riscontro positivo, il laboratorio sarà riproposto quest’estate».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su