Scuola, è allarme rosso: organico sotto il 60 per cento e nessuna assunzione

Scuola, è allarme rosso: organico sotto il 60 per cento e nessuna assunzione

 

A rischio le procedure per l’avvio del prossimo anno scolastico: a lanciare l’allarme è la Cisl Fp Belluno-Treviso. Il motivo? L’Ufficio scolastico provinciale è sotto organico del 60 per cento e, delle 12 assunzioni su scala regionale annunciate a inizio gennaio, nessuna è destinata a Belluno.

«Si tratta – denuncia Fabio Zuglian, segretario generale della Cisl Fp Belluno Treviso – dell’ennesimo provvedimento che non tiene in considerazione la situazione drammatica in cui versa l’Ufficio scolastico territoriale». Ora nell’ex Provveditorato agli Studi lavorano 8 dipendenti, meno della metà dei componenti di diritto, previsti dal Ministero (ovvero 20 lavoratori, di cui 8 funzionari, 11 assistenti e un commesso).

«La Cisl Fp – prosegue Zuglian – lancia un appello sia alla politica locale, regionale e nazionale, sia ai dirigenti del ministero, affinché spieghino come intendono organizzare lo svolgimento delle procedure per un regolare avvio del prossimo anno scolastico. Oltre al problema degli organici, c’è il taglio del 50 per cento alle risorse economiche. Abbiamo chiesto un incontro alla Direzione regionale, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Belluno, un territorio già in sofferenza per lo spopolamento, si sente ancora una volta abbandonata».

Fari puntati pure sull’età media dei dipendenti: «È di oltre 50 anni, con il rischio, in assenza di misure tempestive di ricambio, di perdere professionalità e conoscenze interne all’amministrazione, senza possibilità di realizzare l’ordinario e auspicabile passaggio di conoscenze a favore dei nuovi assunti».

«Solo grazie allo spirito di servizio e di abnegazione degli impiegati ministeriali, al ricorso agli straordinari e all’apporto del personale distaccato dal comparto scuola – conclude il segretario Cisl Fp – si riesce a garantire un regolare avvio dell’anno scolastico. Il Ministero però è prossimo ad avviare le procedure per l’assunzione con concorso straordinario, da affiancare al concorso ordinario, per il reclutamento del personale docente e Ata. Con quali forze l’Ufficio scolastico di Belluno potrà far fronte all’oneroso carico di lavoro, in aggiunta a quello ordinario che ricadrà sull’esiguo numero di personale? Forse la Direzione regionale, potenziando la propria dotazione organica, accentrerà a sé alcune competenze sgravando gli Uffici territoriali?».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su