Rigenerazione urbana: partiti i lavori alla Crepadona

Rigenerazione urbana: partiti i lavori alla Crepadona

L’obiettivo è la rinascita. E la prima boccata di novità è già arrivata, con la rimozione del “Cubo” di Botta, iniziata qualche giorno fa. Adesso, per Palazzo Crepadona è giunto il momento di finire sotto i ferri. Lo prevede il progetto di rigenerazione urbana avviato dal Comune di Belluno. Un piano di ampio respiro che porterà il palazzo storico verso un restyling completo e darà un volto nuovo alla biblioteca civica.

VIA IL CUBO Il primo passaggio riguarda la struttura in legno e cartonato, installata nel 2007 per ingrandire gli spazi espositivi e “guadagnare” una sala alla grande mostra del Tiziano. Il “Cubo” di Botta è stato utile, certo; ma fin dall’inizio nasce per essere temporaneo; e di certo l’estetica è un’altra cosa. Adesso, dodici anni dopo, può essere smantellato. E il cortile interno della Crepadona può tornare a respirare e a vedere il sole (alla fine dei lavori sarà predisposta una copertura in vetro, per rendere fruibile lo spazio anche con il brutto tempo).

L’operazione smantellamento è cominciata qualche giorno fa e richiederà ancora un po’ di tempo. Poi, potrà partire il cantiere vero e proprio. Quello che darà una nuova vita allo storico palazzo.

RESTYLING Sì, perché la Crepadona è destinata a cambiare. Nelle sue sale nascerà la nuovissima “Mediateca delle Dolomiti”. In due parole, più spazio: sale lettura al primo e anche al secondo piano, libri a scaffale aperto (oggi invece i volumi sono conservati in un magazzino non raggiungibile dagli utenti), un bar interno e alcune sale per riunioni e conferenze.

Il progetto vale quasi 3 milioni di euro e sarà completato nel giro di un paio d’anni.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su