L’alba sulle Dolomiti: tra Marmolada e Tofana, un’esperienza che sconfina nella magia

L’alba sulle Dolomiti: tra Marmolada e Tofana, un’esperienza che sconfina nella magia

Il più grande spettacolo dopo il Big Bang? Nessun dubbio: l’alba sulle Dolomiti. Quando il cielo si colora di infinite tonalità di blu e i primi raggi del sole spuntano lentamente tra le cime, disegnando il profilo delle montagne. Poi, come in un incantesimo, ecco che le rocce dolomitiche si tingono di rosa: è il suggestivo fenomeno dell’Enrosadira. Osservare l’alba sulle Dolomiti è un’esperienza magica. Ed è possibile viverla ad alta quota con “Tofana – Freccia nel Cielo” e “Marmolada – Move to the Top”.

ALLA PORTATA DI TUTTI
«Custodi di leggende senza tempo, vicende storiche e paesaggi straordinari, le Dolomiti possono regalare sensazioni indescrivibili. Un tempo accessibili solo al mondo dell’alpinismo, oggi sono alla portata di tutti e svelano cime oltre i 3mila metri di quota, raggiungibili anche in pochi minuti, come la maestosa Tofana di Mezzo e la Regina di tutte, la Marmolada». È proprio su queste vette, tra le più alte del gruppo montuoso, che lo spettacolo dell’alba offre un momento indimenticabile. E reso accessibile da due complessi funiviari: “Tofana – Freccia nel Cielo”, la storica funivia composta da tre tronconi che portano da Col Druscié (1778 m) a Ra Valles (2470 m) fino a Cima Tofana di Mezzo (3244 m). E “Marmolada – Move to the Top”, l’impianto realizzato negli anni Sessanta sul versante bellunese della Marmolada, che da Malga Ciapèla (1450 m) conduce a Punta Rocca (3265), passando per la stazione intermedia di Serauta (2950 m). Sulla Tofana di Mezzo, l’appuntamento è per il 4 e il 18 gennaio, l’1 e il 15 febbraio quando “Alba da Ra Valles” offre l’opportunità di salire fino alla stazione per osservare il sorgere del sole, gustare una colazione dolce e salata e lasciare per primi le proprie tracce sulle piste perfettamente battute. In Marmolada, invece, le date da annotare sono il 3 e 24 gennaio, il 7 e il 21 febbraio per “Alba dalla Regina”: il programma prevede la partenza da Malga Ciapèla, una sosta caffè alla stazione di Serauta e l’arrivo a Punta Rocca, proprio di fronte a Punta Penìa (la cima più alta con i suoi 3342 m), dove attendere l’alba sulla terrazza panoramica. A seguire, è previsto il rientro direttamente in funivia alla stazione di Serauta per una ricca colazione a buffet, mentre gli sciatori possono solcare per primi il tracciato della “Bellunese”, la pista più lunga del comprensorio Dolomiti Superski con i suoi 12 km.

Per saperne di più, sono attivi i siti www.freccianelcielo.com, www.funiviemarmolada.com e www.museomarmoladagrandeguerra.com. 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su