“Integralmente Sport e Cultura”: mille studenti abbattono barriere e preconcetti

“Integralmente Sport e Cultura”: mille studenti abbattono barriere e preconcetti

 

1079, 69 e 21: terno secco sulla ruota dell’inclusione. Perché questi sono i numeri che caratterizzano “Integralmente Sport e Cultura”, l’iniziativa nata con lo scopo di avvicinare i ragazzi delle scuole medie e superiori al mondo della disabilità. Come? Attraverso lo sport. In cabina di regia, l’Assi Onlus, presieduta dal campione paralimpico di tiro con l’arco, Oscar De Pellegrin, con l’appoggio della Fondazione De Rigo Heart. 

Tornando ai numeri di partenza, 1079 sono gli studenti coinvolti dal progetto, 69 dei quali con disabilità. E 21 le scuole abbracciate da un percorso di formazione, e informazione, sulla disabilità: in cattedra, ed è proprio il caso di dirlo, anche diversi atleti paralimpici, pronti a offrire la loro testimonianza e a fungere da stimolo ed esempio per i ragazzi. Senza considerare istituzioni sportive, docenti laureati in Scienze motorie, tecnici e operatori con professionalità diverse. Agli studenti sarà data la possibilità di conoscere e praticare discipline paralimpiche come la boccia, calcio balilla, basket, wheelchair rugby, nuoto, tennis, tennis tavolo, orienteering/trail-o, sport equestri, tiro con l’arco, sitting volley, baskin, calcio integrato, attività di resistenza. 

Il progetto si chiuderà nel mese maggio, con un evento speciale alla Spes Arena e la premiazione degli studenti. Nel corso della giornata verrà poi consegnato un riconoscimento economico alle classi che avranno prodotto le migliori “buone pratiche”, da mettere a disposizione del territorio. 

Stamattina la presentazione a Palazzo Piloni, sede della Provincia. «È una grande soddisfazione portare avanti questa iniziativa rivolta ai giovani studenti con un partner importante come la Fondazione De Rigo Heart – è il commento di Oscar De Pellegrin -. La sensibilità e la vicinanza ai temi sociali dimostrata dalla famiglia De Rigo ci stimola e ci motiva nella realizzazione di nuovi progetti». Sulla stessa lunghezza di pensiero, Barbara De Rigo, presidente della Fondazione: «Siamo particolarmente felici di essere di nuovo al fianco di Assi Onlus. Come nel caso di “Favolando on the road”, anche il progetto “Integralmente Sport e Cultura” è in linea con la mission e i criteri ispiratori della nostra Fondazione. Nata da un’idea di famiglia, nell’intento di restituire almeno una parte di quel che abbiamo ricevuto in quattro decadi di attività, ci proponiamo di sostenere bambini e ragazzi nel percorso di sviluppo intellettuale, fisico e di auto-espressione della persona, contribuendo a rimuovere i possibili ostacoli che ne limitano la crescita». E la Provincia, partner del progetto, guarda già oltre. Al 2021, anno dei Mondiali di sci a Cortina. «Integralmente sport e cultura è nata da un’idea di Oscar De Pellegrin, nel 2013, in occasione del 50. del Vajont – le parole del presidente Roberto Padrin -. Chissà che non riusciamo a fare qualcosa di particolare per il 60. anniversario. Intanto l’anno prossimo abbiamo Cortina 2021 e potremmo pensare a qualche iniziativa specifica».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su