Innovazione nell’apprendimento. Nasce il “polo 0 – 6”

Innovazione nell’apprendimento. Nasce il “polo 0 – 6”

Un progetto innovativo per l’educazione dei bambini. Nasce a Feltre il “polo 0-6”. Un sistema integrato tra nido e scuola dell’infanzia, visti non più solo come luogo di accoglienza per i più piccoli, ma come veri e propri luoghi di apprendimento, con un percorso formativo che coinvolga anche i genitori e dove educatori e docenti lavorano a stretto contatto.

«È un percorso importante – spiega il vicesindaco di Feltre, Alessandro Del Bianco – che mira a rivoluzionare l’intera offerta formativa del territorio».

Per seminare il “polo 0-6”, però, serve prima di tutto preparare il terreno, con attività di formazione specifiche per il personale. Perché l’approccio psico – pedagogico è davvero rivoluzionario. Si chiama “Modello B612” (dal nome dell’asteroide del Piccolo Principe di Saint-Exupéry) e mette al centro il ruolo delle emozioni nell’apprendimento. Ideato da Daniela Lucangeli (una delle massime esperte europee in materia) e Patrizia Granata, si basa sulla proposta di attività che devono agire direttamente sull’area potenziale di sviluppo di ogni bambino. L’adulto deve porsi come guida partecipe, ma rispettosa dei tempi.

E sarà proprio Daniela Lucangeli, attraverso Mind4Children (lo spin – off dell’università di Padova che dirige) la “formatrice dei formatori”. Attraverso tre diverse attività: un convegno dal titolo “Una scuola per i bambini e non bambini per la scuola”, un progetto formativo rivolto a tutto il personale dipendente dell’asilo nido e un progetto formativo individualizzato per ognuna delle 10 educatrici dell’asilo nido finalizzato al conseguimento dell’accreditamento modello B612.

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su