I feltrini al volante? Corrono meno «ma rispettano poco la disabilità»

I feltrini al volante? Corrono meno «ma rispettano poco la disabilità»

I feltrini al volante? Corrono meno ma parcheggiano dove capita. E soprattutto nei posti riservati alle persone con disabilità. È il quadro che esce dal rapporto annuale della Polizia locale, presentato ieri. Cala di circa il 20% (da 1.185 nel 2018 a 992 nel 2019) il numero complessivo dei verbali per eccesso di velocità, con una forte riduzione (-271!) di quelli con superamento minimo dei limiti (entro 10 km/h). In aumento invece (+ 76) le contravvenzioni elevate a chi supera i limiti tra 10 e 40 km/h (fatto che si verifica soprattutto fuori dai centri abitati e lungo le vie di scorrimento extraurbane). Complessivamente positivi anche i dati relativi agli incidenti stradali rilevati dalla sola Polizia locale (esclusi quindi i sinistri seguiti dalle altre forze di Polizia). Il loro numero è passato da 84 nel 2018 a 55 nel 20019, con una sensibile riduzione (da 42 a 19) di quelli che hanno visto persone ferite. L’altra faccia della medaglia è invece il mancato rispetto delle persone disabili e dei parcheggi a loro riservati, in particolare nei pressi delle strutture sanitarie. Le sanzioni elevate nel 2019 per questa tipologia di norma violata sono state 158 (+ 49 rispetto al 2018). Tra gli obiettivi di quest’anno il sindaco di Feltre (che detiene anche la delega alla Polizia Locale) e il comandante Facchin hanno annunciato una intensificazione dell’attività sul versante dei controlli ambientali e la reintroduzione, soprattutto in corrispondenza delle manifestazioni estive, delle uscite di pattugliamento serali e notturne. A breve la dotazione organica del comando sarà implementata con l’arrivo di due nuovi agenti e salirà così a 15 unità. Un numero che l’amministrazione e il corpo di Polizia locale definiscono congruo a garantire l’ulteriore incremento dell’attività sul territorio.

I COMMENTI

«L’attività della Polizia locale è preventiva, piuttosto che repressiva – le parole del sindaco di Feltre Paolo Perenzin – e i dati dimostrano che funziona. Sono diminuite le multe per eccesso di velocità e gli incidenti con vittime pedoni e ciclisti. Merito anche delle iniziative volte a migliorare la sicurezza stradale, e i molti chilometri di piste ciclabili realizzati in questi anni. Il rovescio della medaglia è dato invece dal mancato rispetto degli stalli per persone con disabilità. Un atteggiamento odioso che cercheremo di combattere ulteriormente. Perché, soprattutto vicino alle strutture sanitarie, chi ha difficoltà di deambulazione aver accesso agli spazi dedicati». 

Buone notizie dal fronte delle multe per eccesso di velocità, calate dalle 1100 del 2018 alle 950 del 2019. «Frutto del lavoro iniziato nel 2018 – commenta il comandante della Polizia locale di Feltre, Filiberto Facchin – con la realizzazione delle piazzole verificate e predisposte su richiesta delle frazioni e dei cittadini, per il controllo della velocità eccessiva. La risposta è stata buona, perché all’aumento delle ore di servizio è corrisposta una diminuzione dei verbali. Questo sinifica che siamo riusciti ad educare le persone al rispetto dei limiti».

 

 

 

 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su