Battaglia sugli elettrodotti: sinergia Belluno-Treviso-Venezia

Battaglia sugli elettrodotti: sinergia Belluno-Treviso-Venezia

Sì alle reti elettriche, a patto che i progetti siano validi. Quello che punta a razionalizzare gli elettrodotti del Bellunese, evidentemente, non lo è. Lo sostengono da anni i comitati civici della Valbelluna. Ma la posizione è condivisa anche da altre associazioni di cittadini del Trevigiano e del Veneziano.

Posizione ribadita anche giovedì scorso, a Selva di Volpago del Montello, dove si sono ritrovati i rappresentanti dei comitati di Belluno, Treviso e Venezia contrari al progetto di Razionalizzazione della rete elettrica proposto da Terna in Veneto.

«Nessuno è contrario al passaggio delle linee elettriche, ma si pretendono buoni progetti – commenta Gianni Pastella, dei comitati civici bellunesi -. I cittadini da tempo fanno sinergia su questo tema, aspettando la convocazione dei tavoli da parte della Regione, visto che la trasmissione di energia parte dall’Austria e, raccogliendo le varie produzioni locali, arriva a Venezia. Sarebbe di buon auspicio che pure la politica locale, che vede la Provincia come ente coordinatore nel Bellunese, il Comune di Volpago come capofila di una sinergia fra Comuni nel Trevigiano e il Comune di Scorzè invaso da centrali e reti elettriche nel Veneziano, si trovassero in una unica assemblea per esporre e condividere le problematiche riguardanti questo tema. I cittadini lo fanno regolarmente, aspettando gli amministratori».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su