Commercio nei piccoli Comuni: «Ci sarà più tempo per i contributi statali»

Commercio nei piccoli Comuni: «Ci sarà più tempo per i contributi statali»

 

Più tempo ai Comuni per accedere ai fondi a sostegno del piccolo commercio. Un emendamento al decreto Milleproroghe, depositato dal deputato bellunese Roger De Menech e approvato dall’aula, ha spostato i termini di presentazione delle domande dal 28 febbraio al 30 settembre.

«Lo Stato ha stanziato risorse crescenti a partire da quest’anno a favore degli esercenti nei comuni con popolazione fino a 20 mila abitanti. Non possiamo permetterci che ci siano poche richieste e non vengano utilizzati i fondi a causa di termini troppo stretti – afferma De Menech -. Il periodo per fare richiesta era stato stabilito tra il 1. di gennaio e la fine di febbraio. Ragionevolmente troppo poco tempo come sa chiunque abbia un minimo di esperienza di amministrazione in un piccolo comune».

L’agevolazione è rivolta agli esercenti che riaprono esercizi chiusi da almeno 6 mesi o che procedono ad ampliamenti. I settori economici beneficiari? Sono commercio al dettaglio (esercizi di vicinato e medie strutture di vendita), turismo, artigianato, fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione di beni culturali e al tempo libero. 

L’agevolazione consiste in un contributo erogato dalle amministrazione comunali, commisurato ai tributi dovuti dall’esercente. La dotazione annuale è pari a 5 milioni di euro per l’anno 2020, a 10 milioni per il 2021, a 13 per il 2022 e 20 a partire dal 2023. 

«A oggi, e siamo nella prima settimana di febbraio – spiega il deputato – molti comuni non hanno dato attuazione alla misura, non consentendo ai potenziali beneficiari di accedere all’agevolazione. Con questo emendamento agevoliamo il lavoro delle amministrazioni e diamo tempo fino al 30 settembre anche ai piccoli imprenditori di organizzarsi e di presentare le domande».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su