Clamoroso al Belluno: esonerato De Agostini, torna Diego Zanin

Clamoroso al Belluno: esonerato De Agostini, torna Diego Zanin

 

Inizio d’anno fatale: Stefano De Agostini non è più l’allenatore del Belluno. Dopo la pesante sconfitta contro l’Este (1-4) e il ko nel derby casalingo con l’Union Feltre (1-3), la società di piazzale Resistenza ha scelto di esonerare il tecnico. E di affidarsi nuovamente a Diego Zanin: l’allenatore che, la scorsa primavera, ha condotto i gialloblù alla salvezza, attraverso i playout. 

Il cambio di guida tecnica per certi versi può sorprendere, ma le parole rilasciate dal presidente Alberto Lazzari, nell’immediato post derby, avevano lasciato trasparire tutta l’amarezza, oltre che la contrarietà, dei vertici di piazzale Resistenza: «Sto molto male, sono deluso. È mancato tutto: grinta, voglia, senso di appartenenza».

Insomma, si volta pagina. Il Belluno riparte da Diego Zanin, che ha già diretto questo pomeriggio il primo allenamento, insieme ai confermati Nicola Carazzai e Alessandro Bee. Entra nello staff, invece, il vice Devis Tonini, già al fianco del neo tecnico gialloblù, nella scorsa stagione. 

«La decisione di cambiare allenatore non è stata semplice, ma troppo spesso quest’anno abbiamo visto dei cali di tensione della squadra – dichiara il presidente Alberto Lazzari -. L’attuale posizione di classifica non è preoccupante al momento ma, nonostante questo, dobbiamo assolutamente trovare maggiore equilibrio nei nostri risultati. Ecco perché abbiamo scelto di sostituire De Agostini con Zanin, un tecnico di assoluto spessore: in più conosce l’ambiente e gran parte dei componenti della rosa. A Stefano va un ringraziamento particolare per il lavoro svolto. E un grande in bocca al lupo per le sue prossime esperienze professionali». 

«Ritorno qui a Belluno con entusiasmo – dichiara Diego Zanin – è stato facile per me accettare subito la proposta della società. In giugno non si era concretizzata la mia permanenza solo perché ero in contatto con una realtà di serie B e non potevo tenere in ballo il club gialloblù per troppo tempo. I rapporti però sono sempre stati cordiali e di rispetto reciproco. Ho già avuto modo di apprezzare la società e le persone che ne fanno parte. In più, torno a lavorare con un gruppo di ragazzi seri e preparati, con i quali ho condiviso un mese intenso. Non abbiamo molto tempo di lavorare perché mercoledì saremo già in campo a Tamai, ma cercherò di portare fin da subito il mio contributo e le mie idee». 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su