«Carenza di personale? Serve il contributo di tutti: anche del Governo»

«Carenza di personale? Serve il contributo di tutti: anche del Governo»

I Comuni bellunesi hanno perso oltre 500 dipendenti, secondo l’analisi della Cgil. E la carenza di personale coinvolge pure l’ente Provincia, come testimoniano le parole del presidente Roberto Padrin: «Nei giorni scorsi, assieme alla mia squadra di consiglieri, abbiamo radunato tutti coloro che lavorano a Palazzo Piloni per i tradizionali auguri di Natale. E, a vista d’occhio, ho potuto vedere come il numero del personale fosse molto ridotto rispetto agli anni passati».

I NUMERI
Eloquenti le cifre: i dipendenti provinciali erano 256 nel 2012, poco più di 230 nel 2014, mentre oggi non superano le cento unità (si arriva a circa 150, considerando pure i dipendenti regionalizzati). «Dopo il taglio operato dalla legge Delrio, ci sono state alcune difficoltà legate al mancato turnover. Per fortuna abbiamo una squadra che lavora in maniera professionale e ineccepibile, altrimenti non avremmo mai potuto portare avanti partite importanti come quella che riguarda i Mondiali di Cortina 2021, e tutte le altre attività che ogni giorno forniscono servizi ai Comuni e ai cittadini. In più, nell’ultimo periodo, siamo riusciti ad allargare gli uffici con l’ingresso di alcune figure nuove. Ringrazio davvero ogni dipendente e anche i miei consiglieri provinciali».

RICHIESTA AL GOVERNO
L’ultimo pensiero del presidente corre a Roma: «Rinnovo la mia richiesta al Governo, di non lasciar morire gli enti Provincia in un ibridismo che in questi anni ha danneggiato tutti, il territorio, i cittadini e i servizi offerti. Noi facciamo la nostra parte, ma perché le cose funzionino, deve fare la sua parte anche qualcun altro». In chiusura, Padrin ha ricordato tre figure scomparse da poco: il dipendente provinciale Marco Parissenti, l’ex vicepresidente Massimiliano Pachner e l’ex assessore Piero Balzan. «Queste figure hanno dato tanto alla Provincia e al nostro territorio. Il 2019 se le è portate via. Ci mancheranno».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su