Bellunesi che hanno onorato il territorio nel mondo: ecco i premiati

Bellunesi che hanno onorato il territorio nel mondo: ecco i premiati

Ha un respiro internazionale. È organizzato da Provincia di Belluno, Associazione Bellunesi nel Mondo, Rotary Club di Belluno, Feltre, Cadore-Cortina. Ed è entrato ormai a far parte della storia, della tradizione e del patrimonio culturale di questo territorio: è il premio internazionale “Bellunesi che hanno onorato la provincia in Italia e nel mondo”.

LEGAMI E RADICI
Un premio che, quest’anno, avrà il suo momento celebrativo a San Martino di Chies d’Alpago, nella nuovissima struttura polifunzionale: l’appuntamento è per sabato, alle ore 9.45. «Il riconoscimento – spiegano gli organizzatori – intende valorizzare i bellunesi emigrati in Italia e nel mondo e i loro discendenti, che mantengono vivo il legame con la terra delle radici; da anni viene assegnato a personalità che si sono distinte in vari settori».

L’ELENCO
Vale la pena entrare nello specifico: per il settore economico, imprenditoriale e professionale, è stato individuato Livio De Lorenzo Noto (classe 1924, emigrato in Nuova Zelanda: dove un tempo c’era la sua proprietà, sono stati costruiti i “De Lorenzo’s Studio Apartments”).
Per il settore istituzioni, arte e cultura, il premio va a Marino Lena (due lauree. E il Principe Alberto II di Monaco lo ha insignito del prestigioso titolo di Chevalier de l’Ordre de Saint Charles) e a Vitalina Maria Frosi (una delle principali esperte di “talian”, quella particolare koiné che nel Brasile del sud è tuttora parlata dai più anziani e che il governo brasiliano ha riconosciuto come lingua ufficiale delle minoranze linguistiche italiane).
In merito al settore sociale e solidaristico, il riconoscimento è per Flavia Caretta. La quale «ha focalizzato il suo lavoro sulle problematiche terapeutiche e assistenziali del paziente anziano, definendo modelli di intervento socio-sanitari che pongono al centro la persona».
Infine, premio speciale “Barcelloni Corte – De Martin Modolado” a Manuela De Bernardin Stadoan (prima donna a guidare la Questura del capoluogo friulano) e i premi alla memoria ricorderanno Venicios Burigo, Claudio Pocaterra, Umberto Crema, Massimiliano Pachner, Giovanni Viel, Saverio Sanvido, Mario Benvenuti, Loretta Ben, Denise Soccal, Angelo Saccaro, Remo Bellot, Heidi Damian, Ferruccio Moro, Ermenegildo Coletti, Bruno De Candido, e Piergiorgio Campigotto.

LA DIRETTA
La cerimonia sarà trasmessa sulle onde di Radio ABM – voce delle dolomiti, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo (www.bellunesinelmondo.it/radio-abm).

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su