Alla Radioterapia di Belluno un nuovo acceleratore lineare

Alla Radioterapia di Belluno un nuovo acceleratore lineare

Sono circa 1.040 i pazienti in cura alla Radioterapia di Belluno, che fanno del Bellunese uno dei territori con il più alto di richieste di radioterapia. Il reparto ha effettuato nel 2019 574 cicli di trattamenti radioterapici, che possono arrivare anche a 40 sedute ciascuno. Ogni giorno vengono valutati circa 60 pazienti. A breve, per potenziare il servizio, arriverà un nuovo acceleratore lineare. Un apparecchio del valore di 2,1 milioni di euro che sostituirà il più datato dei due strumenti attualmente in dotazione. Per l’altro acceleratore lineare già presente, invece, ci sarà un’evoluazione del software, per altri 950 mila euro di investimento. L’approvazione del finanziamento è stato pubblicato nel bollettino ufficiale della Regione dello scorso 28 gennaio e ora l’Ulss 1 potrà far partire le procedure per l’acquisto del nuovo strumento. «Con questi investimenti continuiamo nell’opera di rinnovo del parco macchine dell’Ulss Dolomiti per garantire sempre elevati standard di qualità ai nostri assistiti», sottolinea il direttore generale Adriano Rasi Caldogno, «i nostri uffici stanno procedendo per acquisizione più rapida possibile del nuovo acceleratore, dell’aggiornamento del software oltre che della risonanza da 1,5 tesla dell’angiografo cardiologico e dei mammografi recentemente autorizzati e finanziati. Questa è una dimostrazione concreta che si sta investendo nella sanità della nostra montagna».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su