La manifattura studia il futuro: quattro eventi online per Industrio Day

Ventidue relatori: imprenditori, esperti, manager e startupper. Quattro eventi tra panel e startup pitch. Oltre 330 minuti di diretta su Facebook, accessibile a tutti da casa in totale sicurezza. Sono solo alcuni numeri dell’Industrio Day, la conferenza sul futuro dell’Industria 4.0 e sui nuovi trend del manifatturiero organizzata da Industrio Ventures, acceleratore e investitore in startup industriali con quartier generale a Rovereto (TN) e nodi a Belluno, Bolzano, Tolmezzo (UD) e presto anche in Emilia-Romagna.

 «Il contributo delle imprese e delle startup manifatturiere alla ripresa del Paese, dopo un anno durissimo a livello umano e sociale, ma anche economico, sarà imprescindibile – commenta Gabriele Paglialonga, direttore generale di Industrio Ventures –. L’innovazione sarà cruciale per tornare a crescere, ma in concreto quali saranno le tecnologie protagoniste dei prossimi anni? Come evolverà l’Industria 4.0, e quali saranno le opportunità per startup e pmi? In che modo alcuni dei territori più industrializzati d’Italia stanno raccogliendo la sfida? E quali sono i trend e i paradigmi emergenti negli Usa e in Germania? Abbiamo deciso di organizzare questo Industrio Day per capire meglio cosa ci riserva il futuro, e come stanno reagendo al cambiamento alcune eccellenze piccole e grandi del manifatturiero italiano e globale».

L’Industrio Day di domani (giovedì 26 novembre) sarà strutturato in quattro momenti diversi: dopo il saluto del presidente di Industrio Ventures, l’imprenditore Alfredo Maglione, ci sarà un primo panel (alle 11.10) dedicato alle trasformazioni dell’Industria 4.0; seguirà (alle 14) una tavola-rotonda e pitch con sei startup manifatturiere altamente innovative. Alle 15.10 si terrà un panel con autorevoli rappresentanti di quattro territori altamente industrializzati quali Belluno, l’Alto Adige, Reggio Emilia e la Carnia. Infine, alle 16.05 si terrà un panel, in inglese, per capire cosa succede nel resto del mondo, con uno speciale focus su due poli dell’innovazione manifatturiera a livello internazionale: Boston, hub della robotica e delle tecnologie verdi, e Dresda, capitale della cosiddetta “Silicon Saxony”.

 

Ulss 1 Dolomiti e Cucchini: sottoscritta un’importante convenzione

 

Via libera alla convenzione tra Ulss 1 Dolomiti e associazione Cucchini per il magazzino ausili, con il comodato d’uso per nove anni. La sottoscrizione garantirà continuità nell’operato dell’associazione ed efficienza nei servizi di cure palliative.

Nel gennaio 2018, Cucchini si era impegnata a realizzare a favore dell’Ulss un immobile affinché fosse utilizzato come magazzino all’interno della proprietà dell’Azienda sanitaria: «Con questo nuovo magazzino si arricchisce la possibilità di portare avanti le nostre attività caratterizzanti - commenta il presidente della Cucchini, il professor Paolo Colleselli -. Servirà per il ricovero degli ausili che i nostri volontari quotidianamente consegnano a domicilio alle persone ammalate. Sono tre le parti che compongono la struttura: una è dedicata all’arrivo del materiale utilizzato; un’altra serve per lavare e disinfettare gli ausili, per renderli pronti a un nuovo utilizzo; infine c’è il magazzino vero e proprio, che va a completare quella che è a tutti gli effetti una “cittadella sanitaria”. Un forte ringraziamento va al benefattore Umberto Fiabane. Il quale, assieme all’importante contributo dell’associazione, ha reso possibile la realizzazione dell’opera, oltre alla disponibilità dell’Azienda Ulss».

«Continua la solida collaborazione con l’Associazione Cucchini», commenta il direttore generale Adriano Rasi Caldogno, «ringrazio il presidente per l’attenzione e la generosità posta su un servizio concreto e di grande utilità per facilitare l’assistenza alle persone assistite».

 

Parole per l'economia: la Settimana della cultura d'impresa è su Facebook

Libertà, America, territorio, innovazione e progresso. Sono queste le “Parole del mondo che verrà” per Confindustria Belluno Dolomiti. L’associazione industriali, attraverso un ciclo di incontri in collaborazione con ItalyPost, aderisce alla XIX edizione della Settimana della Cultura d’impresa promossa a livello nazionale.

Tutti gli eventi saranno trasmessi sulla pagina Facebook istituzionale dell’assindustria Belluno e di ItalyPost, in forma libera e gratuita. «Il nostro obiettivo - spiega Davide Piol, vicepresidente con delega all’alta formazione e alla cultura d’impresa - è rendere questa iniziativa dedicata alle parole del futuro fruibile a tutti i bellunesi perché solo grazie alla cultura d’impresa il cuore manifatturiero e produttivo della nostra provincia può continuare a battere».

Si comincia con la parola “libertà” oggi (giovedì 19 novembre), alle 18, con Alberto Mingardi, direttore dell’Istituto Bruno Leoni. Sarà l’occasione per riflettere sugli scenari politici ed economici dopo le recenti elezioni americane, tema di particolare interesse anche per le imprese bellunesi che hanno proprio nel mercato a stelle e strisce uno dei principali sbocchi delle proprie produzioni.

Il concetto di territorio sarà invece protagonista il 3 dicembre (alle 18) con Alberto Magnaghi, professore emerito all’Università di Firenze, e presidente della Società dei territorialisti e autore del volume “Il principio territoriale”. Con lui dialogherà Filiberto Zovico, fondatore di ItalyPost.

Di innovazione si parlerà il 10 dicembre con Michele Masneri, giornalista del Foglio che, con il suo “Steve Jobs non abita più qui”, racconta da una prospettiva inedita vizi e virtù della Silicon Valley. Infine, di progresso il 16 quando Edoardo Nesi presenterà il suo ultimo romanzo, “Economia sentimentale”, un viaggio nell’Italia colpita dal Covid-19.

 

Teatro arancione e altre iniziative: Soroptimist contro la violenza di genere

Il Teatro Comunale aderisce alla campagna “Orange the World”. E si colora di arancione. L’iniziativa, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, è promossa dal Soroptimist Club Belluno-Feltre su invito del Soroptimist International. 

Da domani (mercoledì 25 novembre) al 10 dicembre, giornata internazionale per i diritti umani che coincide con il Soroptimist Day, inizieranno 16 giorni di attivismo che vedranno uniti tutti i Club soroptimisti a livello internazionale per realizzare iniziative e azioni di sensibilizzazione, utilizzando il colore arancione, simbolo di un futuro senza violenza basata sul genere e con il motto scelto dall’Unione Italiana: “Decido io”. 

Il Club di Belluno-Feltre aderisce a questa campagna sollecitando le istituzioni, la società civile, i media, i social, affinché si diffonda una maggiore consapevolezza su questi temi, promuovendo una mobilitazione corale contro la violenza di genere. Una piaga sociale che, proprio nel periodo di pandemia, si è rivelata ancora più devastante. I dati della Unfpa, l’Agenzia delle Nazioni Unite, indicano infatti come l’emergenza generata dall’epidemia di Covid 19 e il conseguente lockdown siano stati causa di un aumento esponenziale della violenza sulle donne.

Per dare ulteriore forza all’azione di sensibilizzazione, l’Unione Italiana di Soroptimist ha scelto di “accendere” l’attenzione sulla rete volta all’assistenza delle vittime e sui luoghi  deputati a proteggerle e ad accoglierle in un percorso di autonomia. Per questo è stato siglato un accordo con il Comando generale dei carabinieri affinché le 170 “stanze tutte per sé” realizzate dai club sul territorio nazionale, si accendano simbolicamente di arancione. Anche la “stanza tutta per sé” allestita nel maggio 2018 dal Club Belluno-Feltre presso il comando provinciale di Belluno si illuminerà il 25 novembre di arancione insieme a tutta la caserma, grazie alla fattiva disponibilità del Tenente Colonello Marco Stabile. 

Diverse sono anche le iniziative proposte da Soroptimist per sostenere questa campagna. Domani, dalle 19 alle 20.30 si potrà assistere, sulla piattaforma Zoom, a “Decido IO - la violenza al tempo del Covid - Conversazione a più voci”. Evento a cui è prevista la partecipazione di rappresentati istituzionali e delle associazioni anti-violenza e studiose di fama. Per partecipare è necessario registrarsi accedendo al sito www.soroptimist.it

 

Calendario con storie fantastiche: i dodici mesi del Cantiere della Provvidenza

Dodici mesi di animali, storie fantastiche e solidarietà. È il Libro-calendario 2021 del Cantiere della Provvidenza. Agenda per un anno. Ma anche raccolta di storie e regalo per amici e famigliari. Con i racconti di come gli animali hanno vissuto il lockdown, illustrati dai bellissimi disegni realizzati interamente a mano.

«Se c’è una cosa che abbiamo capito durante i primi mesi del 2020, è che l’uomo, con le sue attività, inquina l’ambiente limitando la vita degli altri esseri viventi - spiegano dal Cantiere della Provvidenza -. Così abbiamo voluto immortalare questo momento storico, raccontando storie fantastiche ispirate da immagini e video della natura che rinasce, riprendendosi coraggiosamente i suoi spazi». Quando scade l’anno, il calendario diventa un vero e proprio libro da conservare e rileggere. Un ottimo compagno di ufficio, un colorato planning per tutta la famiglia, ma anche una bella idea regalo. Soprattutto una buona idea regalo. Perché il ricavato delle vendite verrà utilizzato per sostenere le attività del laboratorio artigianale creativo del Cantiere, vale a dire “Il cartiere”.

Il Libro-calendario 2021 si può trovare in diversi punti vendita della Valbelluna (per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – cell. 389 2629605).

 

Scuola aperta in modalità online. Il Galilei-Tiziano si presenta su Zoom

Scuola aperta in modalità DaD. Anche gli open day devono usare le distanze di sicurezza. Quindi, sì alla presentazione dell’offerta formativa, ma da remoto. Sono diverse le scuole che si stanno attrezzando, a cominciare dai licei Galilei-Tiziano di Belluno, che si spalancherà le porte a famiglie e studenti sabato prossimo (21 novembre) a partire dalle 15.

Sul sito della scuola (www.liceibelluno.edu.it) è già attivo il link dedicato per iscriversi alla videoconferenza Zoom. Al raggiungimento dei cento iscritti il collegamento verrà temporaneamente chiuso e riattivato dopo quella data per la prenotazione all’appuntamento successivo.

Nei cinque incontri programmati fino gennaio ragazzi e genitori potranno interagire con il preside e gli insegnanti. Domande, chiarimenti, dubbi, curiosità. Mentre saranno i professori a spiegare le numerose opportunità che l’istituto offre: la settimana corta nel primo biennio, le attività di potenziamento e rinforzo per prevenire le criticità o valorizzare le eccellenze, i corsi di lingue straniere per l’acquisizione di certificazioni, lo stage di astronomia e l’osservatorio astrofisico, lo sportello contro il disagio in collaborazione con lo Spazio Adolescenti dell’Ulss e altro ancora.

Gli appuntamenti per il liceo galilei, indirizzi scientifico ordinario e scientifico scienze applicate, saranno tre: sabato 21 novembre alle 15, venerdì 11 dicembre alle 17 e sabato 9 gennaio alle 15. Per il classico Tiziano gli incontri saranno due: sabato 28 novembre e sabato16 gennaio (sempre alle 15).

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019