Si accende il Natale del centro storico: oltre un mese di iniziative

Si accende il Natale del centro storico: oltre un mese di iniziative

L’albero c’è. Adesso non resta che addobbarlo. Poi si accenderà il Natale di Belluno. Anzi il #NataledelleDolomiti: è questa la nuova proposta del centro storico. Dal 30 novembre al 6 gennaio un ricco calendario di eventi e di attrazioni.

Luminarie galattiche: quest’anno è proprio il caso di dirlo, visto che ci sarà una luna gigante a illuminare il liston di Piazza Martiri. E quasi 200 lanterne sparse tra le vie e le piazze. Mercatini, artigianato, arte, sapori, fiabe per i più piccoli, pattinaggio su ghiaccio… il programma è ricco. Talmente ricco da durare un mese abbondante.

 

Nel salotto “buono” di Belluno torna anche quest’anno la pista di ghiaccio. Intanto, nei giorni scorsi sono già arrivati in città oltre 180 ceppi in legno: tronchi di abete e larice schiantati dalla tempesta Vaia e sapientemente riutilizzati. Serviranno come poggia-lanterne. Perché le vie del centro saranno illuminate da suggestive lucine, poste all’esterno di negozi, bar e locali. 

Anche i palazzi del centro respireranno la magia del Natale. Anzi, prenderanno vita grazie ad addobbi e proiezioni speciali. L’ex tribunale, di fronte alla pista da ghiaccio, diventerà un maxischermo su cui scorreranno immagini e video.

 

La novità assoluta di quest’anno sarà “Museum of the moon”, di Luke Jerram. Dal 6 all’8 dicembre una luna del diametro di 7 metri illuminerà la centralissima Piazza Martiri. La creazione dell’artista ha già fatto il giro del mondo e riproduce le immagini dettagliate della Nasa; ogni centimetro della sua superficie rappresenta 5 chilometri della superficie lunare. Per i più piccoli, nei tre giorni della luna, ci sarà la “Fiaba per Belluno” dello scrittore Francesco Vidotto.

 

In Piazza dei Martiri, spazio all’arte: il Natale si accenderà con le sculture giganti in legno, opera dell’artista Mauro Lampo (artefice anche dello spettacolare drago simbolo della provincia di Belluno, accovacciato sotto il porticato di Palazzo Minerva, in via Mezzaterra). E poi, che Natale sarebbe senza mercatino? La risposta sta nelle bancarelle che animeranno la piazza: artigianato e sapori tipici delle Dolomiti, per lo shopping natalizio made in Belluno. Quest’anno il mercatino sarà “plasticfree”, nel rispetto dell’ambiente e della città. E offrirà alcune giornate extra a tema. Oltre alle casette tradizionali, il 5 dicembre ci saranno i giocattoli del “Mercatino di San Nicolò”. Il 15 dicembre, invece, Natale Solidale, con prodotti sostenibili. E dal 7 al 9, “Festa delle Regioni”, con prodotti tipici di tutto lo Stivale.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su