Rispetto delle liste di attesa, la sanità bellunese ai vertici regionali

Rispetto delle liste di attesa, la sanità bellunese ai vertici regionali

Mancano i medici (150 gli specialisti in meno della pianta organica prevista) e il territorio non attrae. Però non manca la buona volontà, anche in campo sanitario. E con essa, arrivano i risultati.

L’Ulss 1 Dolomiti si conferma ai vertici regionali per quanto riguarda la puntualità nell’erogazione delle prestazioni. Lo certifica l’annuale monitoraggio che “Azienda Zero” (il cuore amministrativo della sanità veneta” compie sulle aziende sanitarie del territorio.  Il monitoraggio si concentra in particolare sulle prime visite specialistiche ambulatoriali, dove è richiesto un valore soglia minimo del 95% di rispetto delle classi di priorità indicate dal proscrittore (B entro 10 giorni, D entro 30 giorni e P entro 90 giorni). Ma vengono monitorate anche le prestazioni strumentali di radiologia, neurologia, cardiologia e oculistica: in questo caso l’azienda deve garantire il rispetto dei tempi indicati per almeno il 95% dei casi. Soglie ampiamente rispettate da tutte le strutture dell’Usl 1 prese in esame, sia nel distretto di Belluno che in quello di Feltre, come conferma la direzione sanitaria in un comunicato: “In tutte le strutture nelle quali vengono erogati interventi chirurgici per pazienti oncologici e non oncologici  i due distretti sono sopra il valore soglia del 90% richiesto di rispetto delle classi di priorità assegnate (A entro 30 gg , B entro 60 gg, C entro 90 gg, E entro 120 gg e E entro il tempo massimo di un anno)”. La virtuale medaglia appuntata dalla Regione fa tirare un sospiro di sollievo al direttore generale, Adriano Rasi Caldogno, che rivendica i risultati ottenuti.  “Pur in un contesto di difficoltà nel reperire specialisti – commenta Rasi Caldogno – che ci ha imposto di individuare nuovi modelli organizzativi l’azienda, grazie all’impegno di tutte le componenti, continua a garantire una buona performance nel rispetto dei tempi di attesa per le prestazioni ambulatoriali, in linea con gli obiettivi regionali e nazionali”.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su